F1 | La Red Bull non può scendere in pista con la vettura 2018

Stesso discorso ma per motivi differenti anche per la McLaren

Il team austriaco nel 2018 montava motori Renault
F1 | La Red Bull non può scendere in pista con la vettura 2018

Per una Mercedes e una Ferrari che finalmente tornano in pista in vista della ripresa del mondiale, ci sono altri team che invece non possono permettersi, per motivi differenti, di portare sui vari tracciati i vecchi modelli delle loro vetture. Partiamo dalla Red Bull, che da regolamento dovrebbe scendere in pista con la macchina del 2018, così come faranno le dirette concorrenti, ma questo è impossibile, visto che in quell’anno la squadra austriaca era spinta dai propulsori Renault. I tecnici francesi non sono a disposizione per mandare in pista la RB14, e il motore Honda non può essere adattato a quella tipologia di macchina, e per questo motivo dunque Verstappen e Albon dovranno trovare modi alternativi per potersi sgranchire le ossa.

Una cosa del genere l’ha fatta Lando Norris, che la scorsa settimana è tornato in pista con la Carlin Formula 3. Non è certamente la stessa cosa che provare la McLaren, ma quantomeno non è una sessione virtuale. In questo caso, la scuderia di Woking potrebbe portare la 2018 on track, ma non sta attraversando un periodo particolarmente felice sotto l’aspetto economico, e per questo motivo ogni spesa extra non è ben vista dall’entourage McLaren, che negli ultimi tempi se la sta vedendo con un mare di licenziamenti, non solo per quanto riguarda la gestione sportiva. Dunque, non è tutto rose e fiori per i team di Formula 1, con Mercedes e Ferrari al momento privilegiate rispetto alla concorrenza.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento

Articoli correlati