F1 | Horner: “Cosa manca alla Red Bull per tornare competitivi”

"Penso che la cosa più importante sia lavorare in squadra"

F1 | Horner: “Cosa manca alla Red Bull per tornare competitivi”

Il capo della Red Bull, Christian Horner, ritiene che la Honda sia “l’ingrediente mancante” per tornare ad essere definitivamente competitivi e battagliare con Ferrari e Mercedes per il campionato. La squadra austriaca ha vinto quattro titoli consecutivi Piloti e Costruttori durante gli ultimi anni dell’era V8 dal 2010-13, ma non è riuscita ad essere allo stesso livello con l’avvento dei turbo-ibridi e con l’egemonia Mercedes che è riuscita a creare un gap con gli avversari.

Ma dopo aver detto addio alla Renault e dopo un 2018 di crescita per la Honda, che ha motorizzato la Toro Rosso in campionato, la Red Bull ha creato una nuova partnership con l’azienda giapponese per il 2019 e ora Horner crede che la sua squadra possa lottare per il titolo di nuovo: “Penso che la cosa più importante sia lavorare in squadra”, ha detto Horner durante una conferenza stampa in Giappone sabato nell’ambito di una mostra Red Bull, Toro Rosso e Honda. “Abbiamo ottenuto più di 50 vittorie e otto campionati del mondo lavorando come un’unica squadra. L’ingrediente che abbiamo perso negli ultimi cinque anni è stato il motore. Crediamo infatti in questa nuova partnership con Honda!”, ha commentato Horner.

“Penso che lavorare collettivamente come una squadra possa darci opportunità enormi per il futuro”, ha continuato. All’evento ha partecipato anche il consulente della Red Bull Helmut Marko, insieme al capo della Toro Rosso Franz Tost e al capo Honda Masashi Yamamoto, che ha recentemente assunto un nuovo ruolo con la società per concentrarsi specificamente sulla Formula 1 e il suo lavoro con Red Bull e Toro Rosso.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati