F1 | Horner attacca Maurizio Arrivabene per il caso Mekies

Il team principal Ferrari risponde alle accuse

F1 | Horner attacca Maurizio Arrivabene per il caso Mekies

Nella conferenza stampa dei team, con Horner, Arrivabene e Toto Wolff non poteva non parlarsi del caso Mekies. Dovevano passare 12 mesi dopo l’addio alla FIA, prima di arrivare in una squadra di Formula 1, ed è per questo che Christian Horner si è lamentato della mossa della squadra di Maranello, poichè secondo quando dichiarato da lui la Ferrari ha rotto quel patto firmando con il direttore della sicurezza della Federazione: “Per me è importante. Alcuni team volevano che il tempo fosse di tre anni, ma alla fine è stato deciso che ci sarebbero voluti 12 mesi. Alla fine come gruppo abbiamo concordato qualcosa e non è stato rispettato, quindi ci si chiede che senso abbiano queste riunioni”, ha aggiunto.

“Penso che quello che mi delude di più sia che la Ferrari o Sergio volevano tre anni, ma da un lato si ha una squadra che vuole una pausa di tre anni e settimane dopo, mandando tutto questo all’aria, siamo in questa situazione, quindi, come ho detto, rende le conversazioni più o meno una perdita di tempo “, ha riassunto Horner.

 

Così, la conferenza stampa è diventata uno scontro tra Horner e Maurizio Arrivabene che, ovviamente, non ha taciuto e ha espresso il suo punto di vista. Dalla Ferrari difendono le loro ragioni, dichiarando che stanno aspettando una risposta della Federazione: “Prima di tutto, non c’è nulla di sbagliato perché rispettiamo assolutamente la legge locale, la legge svizzera locale per la quale abbiamo assunto Laurent e poi siamo andati anche oltre perché gli abbiamo concesso sei mesi di pausa”, ha commentato Arrivabene “Dopo aver detto ciò, di cui abbiamo parlato nel Gruppo Strategico, abbiamo firmato un accordo di riservatezza, il che significa che non siamo autorizzati a parlarne o a condividere in pubblico di cosa stiamo parlando”, ha ricordato. “Abbiamo chiesto alla FIA di verificare la legge nazionale e di risponderci nel prossimo Gruppo Strategico e questo è quello che faranno nella prossima riunione, che è il 17 aprile”, ha commentato.

Il terzo partecipante a questa conferenza, Toto Wolff, ha deciso di stare da parte.

F1 | Horner attacca Maurizio Arrivabene per il caso Mekies
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati