F1 | Haas, Steiner: “Dobbiamo trovare l’equilibrio tra raffreddamento e downforce”

Le parole del team principal sul prossimo appuntamento del mondiale e sulle nuove proposte per il weekend di gara

F1 | Haas, Steiner: “Dobbiamo trovare l’equilibrio tra raffreddamento e downforce”

Guenther Steiner, team principal della Haas, è pronto ad affrontare, insieme a tutta la sua squadra, l’altitudine di Città del Messico.

Nelle scorse edizioni il team americano non è mai riuscito a finire in zona punti, tranne nel 2017, con l’ottavo posto di Kevin Magnussen. L’altitudine è una variante da non sottovalutare, sopratutto per la VF-19, che ha già dei problemi di raffreddamento degli pneumatici, che la Haas non riesce a gestire ormai da inizio stagione.

Abbiamo sempre problemi di raffreddamento – ha ribadito Steiner – salendo in altitudine, a quella quota, hai sempre bisogno di raffreddare la macchina. Hai bisogno di molto di più, e questo toglie il carico aerodinamico e non ne hai mai abbastanza. Sembra che soffriamo sempre più di tutte le altre macchine. Questa è la nostra più grande sfida, trovare l’equilibrio tra raffreddamento e downforce disponibile”.

Il team principal è tornato sull’argomento “weekend corto”, dopo che a Suzuka gara e qualifica sono state entrambe disputate di domenica.

Questo nuovo schema ha portato ad una domenica molto intensa. La giornata è volata, tutti sono molto occupati e tutto deve essere fatto nel più breve tempo possibile. Non credo che questo abbia avuto un effetto sulla squadra, basta adattarsi e i nostri ragazzi lo hanno fatto bene, sono stati bravi. Direi solo che fare qualifica e gara in un giorno solo è troppo, ma in quelle circostanze era l’unica decisione possibile. È stata una giornata interessante”.

Si sta pensando di riorganizzare il weekend di gara, e fare solo una sessione il venerdì pomeriggio, con tutte le attività per i media al mattino. Credo che sarebbe un buono schema, sopratutto considerando il lunghissimo calendario che ci aspetta” ha continuato Steiner.

 

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati