F1 | Green difende la RP20: “La FIA ha controllato i nostri progetti”

"Possono esserci delle somiglianze con la Mercedes, ma è semplicemente simile", ha affermato Green

Green ha difeso a spada tratta il progetto della Racing Point RP20
F1 | Green difende la RP20: “La FIA ha controllato i nostri progetti”

Nonostante le polemiche dei test e le dichiarazioni rilasciate da diversi team principal, Racing Point non crede che verrà avviata nessuna protesta sul disegno della RP20. Secondo quanto dichiarato da Andy Green, direttore tecnico della scuderia capitanata da Lawrence Stroll, la Federazione ha già verificato tutti i dati di progetto della vettura, giungendo alla conclusione che tra Mercedes e Racing Point non c’è stato alcuno scambio di informazioni.

La RP20, ricordiamo, presenta in disegno estremamente simile alla W10 della passata stagione, aspetto che ha portato diverse squadre, Renault e McLaren su tutte, a creare più di qualche perplessità sull’effettiva legalità del pacchetto tecnico, visto che il regolamento tecnico attuale non permette il trasferimento di dati e progetti da una squadra a un’altra.

“Non sappiamo bene cosa gli altri possano pensare e su cosa possano protestare”, ha dichiarato Andy Green a motorsport.com. “Quando la monoposto è stata presentata abbiamo parlato con la FIA. e loro sono venuti in fabbrica a controllare i disegni e tutti i progetti”.

“Hanno anche preso i dati di progettazione della Mercedes riguardo la W10 e li hanno confrontati con i nostri”, ha proseguito. “Hanno fatto un controllo approfondito e non è emerso nulla. Erano felici del fatto che la RP20 fosse stata progettata da noi”.

“Possono esserci delle somiglianze con la Mercedes, ma è semplicemente simile. Non è la stessa, quindi non ci aspettiamo alcuna protesta”, ha concluso.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

3 commenti

Articoli correlati