F1 | GP Australia, risultati libere 3: Leclerc detta il passo, tre piloti in meno di un decimo

Ferrari ancora davanti, qui tutti i tempi della mattinata

F1 | GP Australia, risultati libere 3: Leclerc detta il passo, tre piloti in meno di un decimo

F1 GP Australia – Charles Leclerc ha chiuso al comando la terza e ultima sessione di prove libere valide per il Gran Premio d’Australia, terzo appuntamento del mondiale 2024 di Formula 1. Il monegasco della Ferrari, dopo il miglior tempo ottenuto ieri notte (pomeriggio australiano, ha fermato il cronometro dell’1’16″714, appena venti millesimi più rapido della Red Bull di Max Verstappen, il quale ha trovato il giro proprio nei momenti conclusivi della sessione.

Un pacchetto di mischia che, considerando anche Carlos Sainz con la gomma media, si darà battaglia nella qualifica in programma tra poche ore. Da segnalare che l’iberico, terzo, ha contenuto il distacco in appena 70 millesimi, segno di una Ferrari pronta per giocarsi le posizioni importanti dello schieramento. Lewis Hamilton si è classificato in quarta posizione, davanti all’altra Mercedes di George Russell, mentre in sesta, settima e ottava posizione hanno trovato posto Fernando Alonso, Sergio Perez ed Oscar Piastri.

Lance Stroll e Lando Norris, infine, hanno ottenuto gli ultimi piazzamenti in top dieci. Appuntamento alle 6.00 per la sessione di qualifica dal tracciato dell’Albert Park.

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

F1 | Ferrari, ufficiale: HP nuovo title sponsor F1 | Ferrari, ufficiale: HP nuovo title sponsor
News F1

F1 | Ferrari, ufficiale: HP nuovo title sponsor

Il logo sarà presente sulle monoposto già dal GP di Miami
Vi avevamo dato un’anticipazione questa mattina e ora è arrivata l’ufficialità: Ferrari e HP hanno confermato una collaborazione pluriennale. L’obiettivo