F1 | Ferrari, Vettel smentisce possibili giochi psicologici con Hamilton: “Queste cose non esistono più”

Sulla pressione a Maranello ha aggiunto: "Non è qualcosa che esiste sempre"

F1 | Ferrari, Vettel smentisce possibili giochi psicologici con Hamilton: “Queste cose non esistono più”

Parlando ai microfoni del Frankfurter Allgemeine Zeitung, Sebastian Vettel ha parlato del rapporto con Lewis Hamilton, sottolineando come non esistano giochi psicologici tra i due contendenti per il titolo. Secondo il tedesco, infatti, certe cose sono state eliminate e non è più possibile attuare determinate strategie come accadeva in passato.

Per quello che riguarda la pressione a Maranello, invece, Vettel ha smentito le tante indiscrezioni circolate nelle ultime settimane, evidenziando come in fabbrica si stia lavorando al massimo senza accusare troppo queste continue chiacchiere esterne.

Ecco le parole di Sebastian Vettel: “Io e Lewis ci vediamo solo nelle conferenze stampa e nei briefing. Non c’è un contatto diretto e i giochi psicologici del passato non esistono più”.

Il tedesco, proprio in tal senso, ha ricordato un episodio del passato collegato a Narain Karthikeyan, con quest’ultimo che fu definito ‘cetriolo” dal pilota della Ferrari: “Era solo una dichiarazione, ma e seguì una gran polemica. E’ un peccato che certe cose non siano più possibili”.

“La pressione non è necessariamente divertente”, ha aggiunto. “Non è qualcosa che esiste sempre. Ogni pilota guida per la propria squadra e ci sono molte persone che ti aiutano a competere ad altissimi livelli. Ho sempre un principio guida che mi aiuta, ovvero che nessuno è mai buono o cattivo come si dice. Mi piace sempre riflettere su cosa mi ha portato a correre e trovo sempre la stessa risposta. Il mio entusiasmo e la mia gioia”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

2 commenti
  1. Francesco

    16 ottobre 2018 at 11:31

    Si, oltre al cetriolo ricordiamo il famoso dito che il tedesco ha tranquillamente mostrato a Karthikeyan… tutti ritornati al mittente, a questo punto…
    Mi sa tanto che ditino vettel deve stare attento alle sue manifestazioni esteriori (Krazie rakazzi, proprio cui a Kasa loro!!!) perché prima o poi gli si rivoltano contro tutte… magari provare con un amuleto??? A proposito, ma non ne aveva uno nella scarpa vitello???

  2. Victor61

    16 ottobre 2018 at 12:21

    bene quindi il suo entusiasmo e la sua gioia pagati 30 mio euro lo aiuteranno a consolarsi per aver perso anche quest’anno il mondiale…mio nonno diceva sempre che per esserci un furbo al mondo almeno un fesso doveva esistere….

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati