F1 | Ferrari, reprimenda per Sebastian Vettel a Suzuka

Il tedesco è stato "rimproverato" per non essersi presentato all'esecuzione dell'inizio giapponese

F1 | Ferrari, reprimenda per Sebastian Vettel a Suzuka

La non partecipazione all’esecuzione dell’inno giapponese, nei minuti precedenti il via della gara di Suzuka, è costata una reprimenda a Sebastian Vettel.

Per regolamento infatti tutti i piloti sono tenuti ad essere presenti durante i vari inni nazionali come segno di rispetto nei confronti del paese ospitante.

L’assenza del tedesco è stata dovuta, con tutta probabilità, ai problemi accusati sulla sua monoposto che lo hanno poi costretto al ritiro al termine del quarto giro della corsa per la rottura di una delle candele di accensione.

Per Vettel si tratta della seconda reprimenda stagionale, dopo quella ricevuta a Monaco per aver attraversato la striscia di delimitazione della corsia box nel corso della sessione di qualifiche.

Alla terza reprimenda scatterebbe automaticamente, a norma di regolamento, la penalizzazione di dieci posizioni in griglia di partenza, ma solo se due di questi “rimproveri” sono derivati da azioni commesse in pista.

F1 | Ferrari, reprimenda per Sebastian Vettel a Suzuka
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati