F1 | Ferrari, Imola caso isolato o sorpasso Red Bull?

La sconfitta di Imola fa sorgere delle domande

F1 | Ferrari, Imola caso isolato o sorpasso Red Bull?

La debacle è stata di quelle indigeste, una sberla in pieno volto che ridesta dal sogno e ti sveglia bruscamente nel più uggioso dei lunedì mattina.

La Ferrari esce dalla sua Imola, la fin troppo attesa e romanzata gara di casa, con un pugno di mosche in mano, con Verstappen che nell’arco del week-end non solo confeziona un hat trick devastante, ma recupera ben 19 punti a Leclerc.

La Rossa non è stata soltanto battuta da una scuderia più competitiva – e questa RB18 volava davvero in ogni condizione di asfalto, nelle chicane e sui rettilinei, con ogni tipo di gomma, risultando la monoposto migliore sulle rive del Santerno – ma è sembrata minata nelle sue certezze, o meglio in aspirazioni (legittime, dopo Melbourne) di una superiorità poi non testimoniata dai fatti.

Bisognerà capire – ecco ci risiamo – se il passo falso di Imola è stato un episodio oppure se la RB18 ha “sorpassato” in termini di competitività la F1-75, grazie alla cura dimagrante e agli update aerodinamici.

Di fatto tra bagnato (qualifiche), asciutto (sprint race), e fondo umido o freddo (GP) la Ferrari non ha toccato palla, riuscendo sì a restare in zona Perez, ma senza mai poter realmente impensierire Verstappen, che si è involato con classe e autorevolezza verso un successo mai in discussione.

Diventa a questo punto anche superfluo commentare l’erroraccio di Leclerc, con il monegasco verosimilmente non immune alla pressione ambientale, alle pressioni mediatiche della vigilia, alla pressione iridata. Il predestinato avrebbe dovuto limitare i danni arrivando terzo, ha inceve perso altri sette punti girandosi in testacoda alla variante alta, ma il problema non è questo.

Le domande restano altre, caldeggiate anche dalle dichiarazioni all’unisono di Binotto e dello stesso pilota sulla capacità di sviluppi dei bibitari: Imola è un caso isolato o un ribaltamento dei valori? La Red Bull si è adattata meglio alle condizioni del tracciato romagnolo oppure da adesso è la macchina da battere? La Ferrari ha in serbo sviluppi tale da tornare ad “ammazzare” la concorrenza come a Melbourne?

Dubbi che evidentemente non sono in grado di sciogliere nemmeno gli uomini in rosso con Binotto encomiabile nel tentativo di riportare tutti alla calma.

Dobbiamo sorridere perché siamo molto competitivi e lottiamo per obiettivi importanti, ha chiosato il team principal. Ma la Rossa dimentichi di poter dominare la scena e domare questa Red Bull, la salita si presenta lunga e faticosa.

Antonino Rendina


3/5 - (14 votes)
Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Focus F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati