F1 | Ferrari, Charles Leclerc: “Non possiamo aspettarci miracoli”

L'anno scorso è stato il vincitore del gran premio del Belgio; quest'anno, Leclerc è quindicesimo

F1 | Ferrari, Charles Leclerc: “Non possiamo aspettarci miracoli”

Un disastro. Solo un anno fa, su questa pista, la Ferrari dominava, andandosi a prendere trionfante la prima di tre vittorie consecutive proprio con Charles Leclerc. Oggi, al termine della seconda sessione di libere, sul circuito di Spa- Francorchamps, l’ultimo re del Belgio è solo quindicesimo. Che la SF1000 soffrisse più che qualche piccolo problemino era risaputo, ma dopo Barcellona, dove Leclerc pagava più di 1,5s in qualifica dal pole man Lewis Hamilton, sono ancora più evidenti i problemi di una monoposto che non riesce a stare in pista. La rossa resta piantata tra le foreste del circuito belga, specialmente nel secondo settore, e lo dimostrano i passi gara: alti, troppo, quasi tre secondi più lenti rispetto a Mercedes e Red Bull.

Giornata davvero complicata quella odierna: abbiamo fatto molta fatica con il bilanciamento della vettura. Abbiamo provato un po’ di configurazioni nella seconda sessione, inclusa qualche soluzione particolarmente aggressiva in termini di carico aerodinamico ma non ha funzionato” ha ammesso Leclerc.

Difficile aspettarsi miracoli in vista di domani. Il nostro ruolo di piloti ci impone però di dare sempre il nostro meglio ed è quello che sto provando a fare. È già successo in passato che faticassimo molto al venerdì e poi per il sabato trovassimo una soluzione. Speriamo che vada così anche domani”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

News F1

F1 | Williams, George Russell: “Per fortuna abbiamo l’halo!”

Il pilota inglese è stato costretto al ritiro dopo lo spettacolare incidente con Antonio Giovinazzi. L'halo ha impedito che uno pneumatico dell'Alfa Romeo colpisse il casco del pilota inglese
Uno dei momenti salienti del gran premio del Belgio è stato sicuramente l’incidente di Antonio Giovinazzi, che ha coinvolto anche