F1 | Ferrari, 24 giugno: giorno di grande rimonte firmate Prost-Alonso

Il Professore trionfa nell'edizione del GP del Messico 1990 recuperando dalla 13ma posizione, Alonso invece è protagonista nel 2012 a Valencia di un successo tutto cuore

F1 | Ferrari, 24 giugno: giorno di grande rimonte firmate Prost-Alonso

Nella storia della Ferrari il 24 giugno ha rappresentato giorni di importanti culminati con inaspettati trionfi, come quelli colti da Alain Prost e Fernando Alonso rispettivamente nel Gran Premio del Messico 1990 e in quello d’Europa 2012. Ad accomunare queste vittorie sono le significative rimonte che hanno contraddistinto le gare del francese e dello spagnolo.

Sulla pista intitolata ai fratelli Rodriguez, Prost inizia il salita il weekend messicano a causa del 13° tempo con cui chiude le qualifiche del sabato. Il Professore infatti paga quasi 1”8 (un’eternità!) dalla pole position siglata dalla McLaren-Honda di Gerhard Berger e 1”3 dalla Ferrari gemella di Nigel Mansell.

Ma in gara il francese si scatena e a suon di sorpassi riesce a recuperare posizioni su posizioni fino a giungere al secondo posto alle spalle di Ayrton Senna. Proprio il brasiliano, dopo aver ceduto la leadership al rivale, è costretto, suo malgrado, al ritiro causato dall’esplosione della posteriore destra. A regalare spettacolo, nella domenica della seconda vittoria stagionale di Prost, ci pensa anche Mansell che si sbarazza di Berger con un grandissimo sorpasso all’esterno della mitica Peraltada nelle fasi finali della corsa. Un’azione di forza decisa, quella compiuta dall’inglese, che permette alla Ferrari di centrare una grandissima doppietta.

Ventidue anni dopo il successo messicano di Prost, è la Spagna a ospitare una nuova grande rimonta in casa Ferrari. Il Cavallino, sulla pista cittadina di Valencia, chiude una sessione di qualifiche da dimenticare con entrambi i piloti costretti all’eliminazione in Q2: Alonso non va oltre l’11° tempo, Massa invece è addirittura 13°. Sembra infatti impossibile vedere una Rossa protagonista in gara il giorno seguente.

Sembra, appunto, perchè ad Alonso le sfide impossibili piacciono e non poco. Pronti via lo spagnolo guadagna subito qualche posizione ritrovandosi poi alle spalle del duo di testa, composto dalla Red Bull di Vettel e dalla Lotus di Grosjean, al 28° passaggio.

Poco dopo la fortuna assiste Alonso che passa in testa dopo il ritiro di Vettel, causato da un problema all’alternatore. Del gruppo di testa sono costretti ad alzare bandiera bianca anche Grosjean, superato in precedenza da Alonso, e Hamilton, quest’ultimo dopo un contatto con la Williams di Maldonado.

Lo spagnolo coglie così un successo inatteso, e per questo più bello, viste le difficoltà incontrate dalla Ferrari nel giorno precedente. La grande emozione per una fantastica vittoria colta in rimonta davanti ai connazionali prende il sopravvento su Alonso, che non riesce a trattenere le lacrime sul podio stringendo tra le mani la bandiera spagnola.

A completare una Top Three da favola ci sono anche Kimi Raikkonen e Michael Schumacher, su un podio dove il passato e presente della Ferrari si fondono magicamente in una calda domenica di giugno in quel di Valencia.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati