F1 | Coronavirus, il governo australiano rassicura la popolazione: “Andate al Gran Premio!”

Discorso diverso per il Bahrain, che sembra intenzionato a mantenere chiuse le frontiere per italiani, cinesi e giapponesi

F1 | Coronavirus, il governo australiano rassicura la popolazione: “Andate al Gran Premio!”

Sono ore decisive per quanto riguarda l’inizio del mondiale 2020 di Formula 1. Come ormai vi stiamo raccontando da qualche giorno, i Gran Premi di Australia, Bahrain e Vietnam, prime tre tappe del campionato sono a rischio per l’espandersi del Coronavirus, con l’Italia particolarmente sotto la lente di ingrandimento visto l’alto numero di contagi registrato negli ultimi giorni.

In queste ore nel paddock di Barcellona, durante i test di Formula 1 si sta parlando di quello che succederà nelle prossime settimane, e già tra un paio di giorni i team dovranno iniziare a mandare uomini e materiali a Melbourne per allestire box e paddock in vista della gara inaugurale della stagione.

Nonostante gli allarmismi, purtroppo comuni in queste situazioni, il governo australiano ha tenuto a precisare che il mondo non deve fermarsi di fronte a questa problematica sanitaria, certamente da monitorare, ma non tanto da smettere di vivere più o meno serenamente: “Continuante a fare tutto – ha sottolineato Greg Hunt, ministro della salute australiano. Andate nei ristoranti cinesi a mangiare, a seguire calcio e netball, andate anche a guardare il Gran Premio di Formula 1. Il virus arriverà anche da noi, e saremo preparati ad affrontarlo. Non ne siamo immuni, ma è importante continuare a svolgere le proprie attività”.

Al momento dunque, il Gran Premio d’Australia non sembra essere a rischio, e le rassicurazioni giunte dal governo fanno ben sperare per la disputa dell’evento. Discorso ampiamente diverso per quanto riguarda il Bahrain, che sembra intenzionato a mantenere chiuse le frontiere per italiani, giapponesi e cinesi agli aeroporti. I team di Formula 2 sono giunti a Sakhir per i test, ma molti sono stati costretti a rimanere per parecchie ore ai controlli sanitari con il tampone. Un disagio che il Circus della Formula 1 non può permettersi, visto anche il back to back tra le prime due gare del campionato.

Seguiranno aggiornamenti

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati