F1 | Brawn: “Le squadre sono favorevoli al tetto ingaggi per i piloti”

"La Formula 1 ha dovuto cambiare dal punto di vista finanziario per aiutare le squadre a sostenere i costi", ha aggiunto

Brawn non ha escluso l'inserimento di un tetto salariale anche per i piloti
F1 | Brawn: “Le squadre sono favorevoli al tetto ingaggi per i piloti”

Ross Brawn non ha escluso l’introduzione di un tetto salariare per i piloti a partire dalla stagione 2023. Secondo quanto dichiarato dal Direttore generale e sportivo di Liberty Media, il management della Formula 1 starebbe lavorando all’introduzione di “budget cap” anche per i piloti, il quale permetterebbe non solo una riduzione generale dei costi, ma anche una maggiore “mobilità” delle piccole strutture all’interno del mercato.

Una soluzione senza dubbio interessante e già discussa nelle ultime riunioni dello Strategy, ma che ovviamente dovrà essere avallata dagli stessi piloti (Hamilton si è già detto contrario) e da Ferrari, Mercedes e Red Bull.

“Penso che tutte le scuderie siano favorevoli all’introduzione di un tetto salariale per i piloti”, ha affermato Ross Brawn. “Probabilmente lo introdurremo nei prossimi anni. La Formula 1 ha dovuto cambiare dal punto di vista finanziario per aiutare le squadre a sostenere i costi. L’obiettivo comune è quello di ridurre le spese totali, anche se il regolamento permette una certa flessibilità su come si possono spendere i budget”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati