F1 | Boutsen: “Senna era l’idolo di molti, sarebbe potuto diventare presidente del Brasile”

"La sua morte mi ha causato molto dolore, era il mio miglior amico", ha detto l'ex pilota belga

F1 | Boutsen: “Senna era l’idolo di molti, sarebbe potuto diventare presidente del Brasile”

L’ex pilota di Formula Uno Thierry Boutsen, in un’intervista rilasciata all’emittente belga Sporza, ha ricordato Ayrton Senna col quale aveva instaurato un legame molto stretto.

Ho il suo casco sulla mia scrivania. Lo vedo tutti i giorni e penso a lui ogni giorno. Era mio amico e padrino di mio figlio. Faceva parte della famiglia. La sua morte mi ha causato molto dolore”, ha sottolineato Boutsen.

Ha poi aggiunto: “Spesso andavamo in vacanza insieme ed eravamo inseparabili. Abbiamo anche volato in giro per il mondo per gare o test. Era il mio migliore amico”.

Parlando del Senna uomo e pilota ha detto: “Era intelligente, veloce e poteva vincere un GP con un carrello. Aveva semplicemente qualcosa in più degli altri. Era il migliore, dava il 100% in tutto ciò che faceva. Sia nel motorsport che nella vita normale. Aveva ancora molti progetti per il futuro”.

Tra questi poteva esserci anche la politica: “Era un idolo per molte persone. Sarebbe potuto diventare presidente, tale era la sua grandezza. E il suo mito persiste perché Senna era unico e non ci sarà un nuovo Senna”.

Piero Ladisa


F1 | Boutsen: “Senna era l’idolo di molti, sarebbe potuto diventare presidente del Brasile”
5 (100%) 2 votes
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento
  1. Zac

    3 maggio 2019 at 07:36

    Neanche Senna sarebbe stato sufficiente per far vincere la Ferrari di allora o la Ferrari di oggi.
    Senna su una Ferrari non vincente non ci volle mai salire, ed era indispettito quando la squadra che dominava non lo cercava. Lo stesso succederà con Hamilton: vorrà salire sulla Rossa quando questa sarà competitiva, ma a quel punto è probabile che la Ferrari non lo cerchi. Lewis non la prenderà male come fece il divino Ayrton.
    Già che ci siamo, vorrei ricordare anche Elio De Angelis, che di Senna fu compagno di squadra alla Lotus, morto tragicamente in un incidente automobilistico alla guida della Brabham di Bernie Ecclestone.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati