F1 | AlphaTauri, Franz Tost: “La storia si ripete a Monza dopo 12 anni”

"Grande risultato per la squadra, ora concentriamoci sul Mugello" ha aggiunto Claudio Balestri

F1 | AlphaTauri, Franz Tost: “La storia si ripete a Monza dopo 12 anni”

E’ stata una grande gara non solo per Pierre Gasly, ma per l’intera squadra di Faenza. Era stato proprio il francese, oggi alla sua prima vittoria, a riportare l’AlphaTauri, allora Toro Rosso, sul podio sul circuito di Interlagos, dove, col muso di pochi centimetri davanti a quello della Mercedes di Hamilton, Pierre ha conquistato il secondo posto. Ma questa vittoria è ancora più importante per l’AlphaTauri perché è proprio a Monza che dodici anni fa un giovane Sebastian Vettel conquistava, anche lui, la prima vittoria sua e della Toro Rosso in Formula 1. Una coincidenza che porta alla suggestione, che sa un po’ di magico, e chissà che questa vittoria non cambi la carriera di Pierre.

A dodici anni dalla grande vittoria di Monza nel 2008 con Sebastian Vettel, la Scuderia AlphaTauri è riuscita a ripetersi, sempre a Monza, con Pierre Gasly – ha infatti ricordato il team principal Franz Tost – dal punto di vista strategico, il team ha fatto un gran lavoro con quella chiamata a Pierre un giro prima dell’ingresso della Safety Car. Ovviamente, in quel momento non lo sapevamo, ma con il senno di poi è stata la scelta corretta, perché alla ripresa della corsa era in P3 ed è stato in grado di superare Stroll alla Curva 1. Hamilton ha dovuto scontare uno stop&go che ha portato Pierre al comando e, una volta lì, ha difeso la posizione tenendo sotto controllo Sainz. Devo dire che Pierre ha fatto una gara fantastica. Anche Daniil ha fatto una gara consistente e ha chiuso in zona punti, ma è stato un po’ sfortunato con il cambio gomme. Avremmo voluto farlo rientrare più tardi, ma alla fine ha chiuso comunque tra i primi dieci. Questo è stato il miglior risultato possibile e siamo estremamente contenti. Infine, ma non certo per importanza, un grande ringraziamento va alla Honda per il loro potente motore e la loro fantastica collaborazione. Adesso ci concentreremo sul Mugello, dove cercheremo di fare un’altra bella gara”.

Grande soddisfazione anche di Claudio Balestri, capo ingegnere della scuderia di Faenza.

“Che gara! Pierre ha vinto il Gran Premio e Daniil ha chiuso in P9. È un risultato straordinario per noi, un fantastico lavoro di squadra. Siamo stati fortunati, perché Pierre è rientrato ai box prima dell’ingresso della safety car, quando Magnussen ha parcheggiato la sua macchina poco prima dell’ingresso dei box, che è poi stato chiuso per tutte le altre vetture. Dopo la bandiera rossa causata dall’incidente di Leclerc, siamo riusciti a fare una buona partenza e a tenere dietro tutte le altre vetture per 27 giri, mostrando un gran ritmo. La gara di Daniil è stata diversa. Nel primo stint era alle spalle di Pierre e aveva un buon passo, nonostante le gomme dure, ma l’ingresso della safety car e i box chiusi non hanno agevolato la sua strategia. Nella seconda parte di gara, dopo la bandiera rossa, è riuscito a recuperare posizioni e a chiudere in zona punti, conquistando un nono posto. Questa è una grande giornata per la Scuderia AlphaTauri. Ora andremo al Mugello per cercare di sviluppare ulteriormente la macchina, con il chiaro obiettivo di portare a casa altri punti”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati