F1 | Alfa Romeo Sauber, ritorno al passato per Raikkonen

Il finlandese continua la sua esperienza in F1 ripartendo da dove aveva cominciato nel 2001

F1 | Alfa Romeo Sauber, ritorno al passato per Raikkonen

“A volte ritornano”, direbbe qualcuno. Ed è proprio il caso di Kimi Raikkonen, che dal prossimo anno correrà per la Alfa Romeo Sauber, la scuderia (allora Sauber-Petronas) con la quale debuttò in Formula 1 nel 2001. Un’unica stagione quella del finlandese con la scuderia di Hinwill, che gli valse però la chiamata di Ron Dennis alla McLaren, dove corse per cinque anni sostituendo il connazionale Mika Hakkinen.

Un talento che Raikkonen tira però fuori già in quella stagione in Sauber, arrivando sesto in Australia e andando subito a punti alla sua gara d’esordio, poco più che vent’enne. A fine Mondiale saranno in totale nove, i punti, grazie al quarto posto conquistato in Austria e in Canada e al quinto posto di Silverstone. Raikkonen arriva alla fine dell’anno decimo nella classifica piloti, dopo essere stato protagonista di un brutto incidente con la Jordan di Alesi in Giappone, fortunatamente senza conseguenze. Una stagione per certi versi anche sfortunata, con sette ritiri in 17 gare, ma che permette a Raikkonen di ritagliarsi il suo spazio nelle corse che contano.

È l’anno in cui corre al fianco di Nick Heidfeld, settimo a fine stagione e in più di un’occasione arrivato dietro al giovane Kimi, che alla sua prima stagione in F1 dimostra di non sentire la pressione e di essere all’altezza di piloti del calibro di Michael Schumacher, Rubens Barrichello e David Coulthard.

Per Raikkonen non è però il primo ritorno. Nel 2012 – alla guida della Lotus – torna in Formula 1, lasciata nel 2009 dopo il triennio alla Ferrari. E proprio alla Rossa fa ritorno nel 2014, dopo il titolo iridato del 2007. Ritorni che si nascondo dietro a quegli occhiali da sole scuri e a quel carattere da Iceman.

 

F1 | Alfa Romeo Sauber, ritorno al passato per Raikkonen
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Alfa Romeo Sauber

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati