Ecclestone concede tempo al governo di Austin

L'organizzatore non ha ancora pagato i 33 milioni di dollari di tasse

Ecclestone concede tempo al governo di Austin

Per una volta Bernie Ecclestone non ha messo i soldi davanti a tutto e a fronte della decisione del governo de Texas di ritirarsi in parte dall’appoggio economico all’organizzatore del Gp di Austin ha voluto concedere un po’ di tempo.

“Abbiamo concordato che possono pagare in ritardo – le parole del Supremo riportate dall’American Statesman a proposito dei 33 milioni di dollari di tasse che il promoter deve ancora al Circus – Trattandosi di denaro statale è normale che non sia presente nell’immediato”.

Decisamente meno ottimista sull’esistenza della somma richiesta il responsabile del circuito Bobby Epstein: “La cosa migliore è versare appena dopo l’evento. Se non è stato fatto è perché non c’erano abbastanza soldi e probabilmente mancano tutt’ora”.

Il Burattinaio della F1 ha comunque fatto sapere che morto un Gp se ne fa un altro e che la California è già in cima alla lista.

Chiara Rainis

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati