De la Rosa: “Scendere in pista è stata un’impresa”

Le prime libere non sono incoraggianti per la HRT

Che non sarebbe stata un fulmine di guerra lo si sapeva, d’altronde la HRT F112 prima delle libere del venerdì era uscita in pista solamente per il filming day concesso dalla FIA. I risultati di oggi, però, non sono consolanti per la scuderia iberica. Pedro de la Rosa ha completato un solo giro, mentre Narain Karthikeyan 16. Entrambi hanno corso solamente durante la seconda sessione.

“Siamo riusciti a completare un giro per verificare i sistemi, ma poi abbiamo rilevato un problema al sistema idraulico che ci ha costretto a fermarci. Questo fa parte del processo di conoscenza della vettura, siamo arrivati qui con una nuova monoposto e solo riuscire a uscire per la seconda sessione è stata un’impresa – dichiara de la Rosa –. Le ultime parti della vettura sono arrivate  in ritardo e grazie all’impegno di tutta la squadra, siamo stati almeno in grado di completare il giro di installazione. Grazie a questo sappiamo dov’è il problema e possiamo risolvere il problema. Già domani avremo un problema in meno. Sapevamo che questo Gran Premio sarebbe stato difficile, quindi dobbiamo essere pazienti“, conclude.

“Oggi abbiamo corso con una nuova vettura in condizioni miste, quindi domani sarà come ricominciare tutto da capo, perché sembra che la pista sarà asciutta – spiega Karthikeyan –. Con pochi giri e una nuova macchina, non siamo riusciti a valutare l’equilibrio della vettura. Ma era importante fare un po’ di chilometraggio e abbiamo completato un po’ di giri, anche se abbiamo ancora molta strada da fare. Per quanto riguarda la nuova vettura, si tratta di problemi comuni che tendono ad accadere nei test pre-campionato e questo oer noi è stata una giornata di test”, chiosa.

Lorenza Teti

 

Leggi altri articoli in Interviste

Lascia un commento

13 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati