Daniil Kvyat pilota titolare della Toro Rosso nel 2014

Il pilota russo preferito ad Antonio Felix da Costa

Daniil Kvyat pilota titolare della Toro Rosso nel 2014

Daniil Kvyat guiderà la Toro Rosso in Formula 1 la prossima stagione, ad annunciarlo ufficialmente la stessa squadra di Faenza.

Il pilota russo della GP3 e European Formula 3 è stato preferito all’altro candidato Antonio Felix da Costa.

Kvyat ha impressionato in GP3 in questa stagione, ed è attualmente secondo in classifica alle spalle di Facu Regalia con solo la gara finale di Abu Dhabi ancora da disputare.

Il 19enne ha guidato per la Toro Rosso a Silverstone nel test per i giovani piloti di luglio e anche effettuato un test in rettilineo con la Red Bull la scorsa settimana.

Il consigliere della Red Bull Motorsport, Helmut Marko, ha detto che Kvyat ha impressionato molto quest’anno e di averlo convinto cosi come al boss della Toro Rosso. Quindi il russo ha meritato l’opportunità di mostrare quello che saprà fare in F1.

“Ogni volta che lo abbiamo messo in una macchina i suoi sforzi sono stati notevoli,” ha detto Marko durante una trasmissione televisiva.

“Se un giovane pilota dimostra talento, passione e un elevato livello di etica del lavoro, gli diamo una possibilità. Da questo punto di vista abbiamo scelto Kvyat.”

La decisione di promuovere Kvyat al posto di pilota titolare alla Toro Rosso ha sollevato interrogativi sul futuro del giovane pilota Red Bull Antonio Felix da Costa, che era stato uno dei favoriti per il sedile della macchina della squadra italiana.

Da Costa ha avuto una stagione frustrante in Formula Renault 3.5 quest’anno, e non è chiaro che cosa farà ora per il 2014.

Leggi altri articoli in Mercato

Lascia un commento

9 commenti
  1. Iceman Red Bull

    21 Ottobre 2013 at 22:13

    grandissima notizia, lui merita!
    l’unico ostacolo possibile era l’età, quindi è un rischio che la Red Bull si è voluta prendere, anche perchè è sembrato gia su un buon livello di maturità

    ci ha messo molto del suo per attaccare quel sedile, quest’anno è stato strepitoso

    ovvio che il passo dalla GP3 alla F1 è immenso, e quindi non tutti quelli che promettono bene poi si confermano, ma lui mi sembra abbastanza sveglio, e vedendo le cose oggi la soluzione è l’ideale

    la Red Bull non cerca i buoni piloti, cerca futuri campioni ed oggi giorno l’unico ad avere quei requisiti potenziali è lui!

    • ale

      22 Ottobre 2013 at 16:57

      se “sente” che te la F1 VERA non l’hai mai vissuta (non dico vista)

      • Iceman Red Bull

        23 Ottobre 2013 at 01:43

        @ale spiegami cosa significa che non ho vissuto la F1?
        in base a cosa mi dici questo?

        no, non l’ho vista purtroppo, non è colpa mia, sono nato dopo, ma mi sono saputo documentare
        posso anche dirti che Mansell è il mio pilota preferito tra quelli della “vera” F1

    • michi

      22 Ottobre 2013 at 18:28

      raikkonen ha debuttato in f1 con sole 23 gare alle spalle(di cui più del 50% vinte).
      quindi se lo raffrontiamo al raikkonen del 2001, kvyat ha già parecchia esperienza visto che ne ha un centinaio di gare.
      poi se sia pronto o meno alla f1, se sia adatto o meno e se abbia sufficiente talento, quello è da vedere.

  2. Chau (tifoso Kimi, Hülkenberg e Mercedes)

    21 Ottobre 2013 at 22:35

    È un grande passo avanti per Kvyat, spero che così facendo non rischi di bruciarsi, perchè a mio parere tra tutti i giovani del vivaio Red Bull è di gran lunga il più competitivo (basta vedere il weekend di Monza in GP3 quest’anno), se lo stanno portando in F1 è perchè ci credono che effettivamente è il più talentuoso con cui provare a fare quello che hanno fatto con Vettel.

    • Iceman Red Bull

      21 Ottobre 2013 at 22:40

      gia, gli spagnoli stanno gridando allo scandalo, per loro dovevano prendere Sainz Jr hahaha, effettivamente ha molti merità per aver raccolto la metà dei punti…

  3. ale

    22 Ottobre 2013 at 08:56

    ecco…ma ora tra tutti i fenomi della F1…mi volete dire che non c’è un pilota ITALIANO che vale più di (con tutto il rispetto..) questa altra GRANDISSIMA stella emergente? cosa ci vuole il Presidente della Repubblica in persona, oppure l’ENI o le Poste Italiane (tanto per scherzare visto che vogliono comprare Alitalia..) per mettere un fenomeno ITALIANO su una F1??

    IO SPERO DI VEDERE UN PILOTA ITALIANO SU UNA F1 E SPERO ANCOR PIU’ SU UNA FERRARI, DA SPORTIVO ALLORA TORNERO’ A TIFARE FERRARI MA ADESSO NO

    • pippo

      22 Ottobre 2013 at 09:56

      Ale la penso come te, ormai sono finiti da un bel pezzo quei bei tempi, quando la griglia era composta da 7-8 italiani, all’epoca c’era la passione, il garage, con i soldi e i team italiani. Oggi regnano solo i soldi e il business. Questo è un chiaro esempio, senza nulla togliere per questo giovane talentuoso pilota, ma ormai le tappe si bruciano così, con i soldi e queste F1 diventate sempre più giocattoli guadate da bambini. Quel fascino ormai è seppellito, spero che ritornerà un giorno.

  4. eiskalt

    22 Ottobre 2013 at 15:11

    questo pilota cmq e giovanissimo si vede dalla faccia. e cmq sia spero che non sia un pagante ma un vero talento…

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati