Button: “Il GP Singapore troppo duro per i piloti”

Button: “Il GP Singapore troppo duro per i piloti”

Singapore è una sfida troppo dura per i piloti di Formula 1 secondo il campione del mondo 2009, Jenson Button. Il pilota della McLaren ha invitato la FIA a ridurre il numero di giri della gara cittadina che, a causa del caldo e dell’alta umidità, e della superficie sconnessa arriva a sfiorare il limite delle due ore.

“La gara per noi è molto dura e alla fine siamo sfiniti, ridotti in pezzi ha dichiarato Button al Daily Star.

“E’ una delle gare più lunghe al momento, e dovrebbe essere accorciata” ha aggiunto Button. “Alla fine della gara e piloti restano seduti nelle loro vetture un pò prima di uscirel. Se esci troppo velocemente rischi uno stordimento”.

“Se guardate le foto del podio, noterete che i piloti sono quasi assenti a causa della disidratazione e del caldo” ha concluso Button.

Non tutti i piloti sono però d’accordo con lui: “Il caldo e l’umidità sono piuttosto duri, ma mi piace” ha dichiarato Heikki Kovalainen. “E’ una grande sfida, ma del resto la F1 è fatta di questo”.

Button: “Il GP Singapore troppo duro per i piloti”
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

47 commenti
  1. arn

    22 settembre 2011 at 10:04

    per quello che vi pagano,ne dovete fare 3 gp di singapore in un giorno

    • michele

      22 settembre 2011 at 12:00

      Bravo…sono d’accordo!
      E’ una vergogna che un pilota possa dire una cosa del genere.
      Sei vuoi giocare col circuito e le palline…vai al mare!!!

    • michele

      22 settembre 2011 at 12:34

      Penso che qui si sono dimenticati cosa vuol dire essere un pilota di F1, pensano che sia come gestire una pensione o un agriturismo.
      Ma che vergogna!
      E chiaro che così non c’è selezione, perché anche un pensionato può guidare con una Sc davanti.
      Se volete una formula così… accomodatevi pure!
      Ma va……………….!!!!!!!!!!!!!!!
      prima fanno i GP in notturna, poi vanno raccontando ste frottole!
      Dovrebbe essere un onore per un pilota correre in situazioni estreme e come se senna a donington nel 93 avesse detto non corro più…troppa pioggia.
      Anzi senna a donington non avrebbe proprio vinto perché tutta la gara, con le regole di oggi, si sarebbe svolta dietro una sc.
      Mi fanno ridere!!!
      Anzi mi fai ridere, ..caro button.
      Pare che però ci vedi bene sotto l’acqua scrosciante quando il tuo compagno ti sta sorpassando e lo sbatti contro il muro!

      • Chris (tifoso J. Button)

        22 settembre 2011 at 15:34

        Certo che i rosiconi come te, ne sparano di stupidaggini. Fallo tu un GP di Singapore e poi ne parliamo. I soldi che cazzo c’entrano? Non vi basta che metta la sua vita (come quella di tutti gli altri) a repentaglio in ogni GP? Ha solo fatto una considerazione…

    • Ciccio

      23 settembre 2011 at 02:04

      Effettivamente la pista su rFactor è abbastanza tosta, con volante e cambio manuale…

      • Ciccio

        23 settembre 2011 at 02:04

        Ma vanfcù Button!

    • michele

      23 settembre 2011 at 10:14

      Capisco che da fastidio sentir parlar non bene del proprio idolo, ma sono cose che un vero pilota non dovrebbe mai dire.
      Schumi non si lamentava mai di nulla, come anche senna e molti altri del passato.
      Entrava in macchina e basta, pioggia, vento, fango, etc…. per lui era uguale.
      Se fai il pilota di F1 non credo che un boss che ti vuole ingaggiare penserebbe bene di te se dici certe cose.
      Anzi è proprio in certe situazioni che si vedono i campioni, non con le piste asciutte e la macchina che va al doppio delle altre come con la Brawn GP!

  2. Ingenuo (tifoso Ferrari)

    22 settembre 2011 at 10:27

    Sì cancelliamo l’evento, tanto non è bello…

    • jumpy

      22 settembre 2011 at 16:57

      cancelliamo abu dhabi

      • Ingenuo (tifoso Ferrari)

        23 settembre 2011 at 09:44

        Sì d’accordissimo

  3. Ciccio

    22 settembre 2011 at 10:30

    Button Button… se con questa testa hai intenzione di venire in Ferrari, il presidente Montezuma ti butta fuori a calci in c_lo!!!
    Devi ballare giullare! Sei strapagato per il piacere del popolo e se stramazzi al suolo ti puoi consolare con un paio di milioni. Noi NO!!!

    • strige

      22 settembre 2011 at 10:37

      peccato che non tutti i piloti prendono “il milione” ci sono pure piloti che prendono quasi nullo. Non generalizziamo come al solito. Ti pare che koba o perez prendano lo stesso stipendio di alonso (tipo)?

      • luca

        22 settembre 2011 at 10:47

        qui si sta parlando di button che è uno strapagato.. e queste lamentele da donnicciole non ci stanno proprio soprattutto con le vetture che hanno oggi che sono imparagonabili come fatica a quelle di 15 20 anni fa… lamentati meno e guida piu forte…

      • Acropoli

        22 settembre 2011 at 11:51

        Non parliamo dei calciatori… quelli sono anche peggio! Poi la figuraccia dello sciopero!

      • strige

        22 settembre 2011 at 11:57

        @luca: non si sta parlando di button, lui parla di tutti i piloti, non per se stesso. Se poi kovalainen non si lamenta, beh mi pare ovvio, fa sempre 2-4 giri in meno dei big che non è poco. Non capisco perchè la gente generalizzi sempre, non è perchè un paio di piloti/calciatori prendono milioni significa che tutti prendono milioni. Ma secondo voi i giocatori di squadre piccole come siena, parma, cesena, bari i giocatori prendano milioni di euro? se alcuni prendono 150 milioni lordi è già tanto e senza che gli vengano riconosciuti l’assistenza sanitaria e compagnia bella.

      • Ciccio

        22 settembre 2011 at 13:53

        Koba o perez… Guarda che sempre di milioni parliamo! Ho sempre detto che bisognerebbe fare un ‘inchiesta sui guadagni dei piloti. Così vediamo se stì commenti da ignoranti fioccano ancora!

      • Ciccio

        22 settembre 2011 at 13:54

        E questo paracarro è purre campione del mondo! Ma và và!

      • Ciccio

        22 settembre 2011 at 14:01

        @stringe
        Scusa la schiettezza, ma spari un sacco di puttanate. Come ti salta in mente di paragonare la F1 col calcio?calcio Italiano per giunta!

      • strige

        22 settembre 2011 at 18:37

        @ciccio: formula 1, calcio, NBA, NFL e compagnia….è tutto uguale, prova informarti prima e poi vediamo chi dice puttanate ^_^

      • strige

        22 settembre 2011 at 18:40

        @ciccio: fatti un po’ di cultura http://f1grandprix.motorionline.com/alonso-il-piu-pagato-tra-i-piloti-di-f1/

        Ecco gli importi dei piloti di f1.

      • Ciccio

        23 settembre 2011 at 02:01

        Per l’appunto caro amico mio. Mi dici allora cosa c’entrano i calciatori con i 30 milioi di alonso?

  4. pisco

    22 settembre 2011 at 10:46

    Fatta salva la premessa che stimo Jenson sia come uomo che come pilota……NON CAPISCO per niente questa sua dichiarazione !!!
    Ma dove sono finiti i caglieri del rischio di una volta ???
    Avanti di questo passo…..che trasmettano i GP collegando via web i vari piloti che da casa loro con la consolle gareggiano in diretta :):)
    In questo modo la sicurezza è rispettata e non si corre il rischio di affaticamento e stress per i “poveri” piloti

    Cmq se Jenson ha rilasciato questa dichiarazione con un cocktail in mano vorrei avere la ricetta….Grazie

  5. Mattia

    22 settembre 2011 at 11:50

    Per quanto riguarda la durata, Button ha ragione perché in tutte le edizioni si è sempre arrivato quasi al limite delle due ore.
    In tutti i Gran Premi i giri sono calcolati in modo che si facciano poco più di 300Km, tranne che a Montecarlo. Secondo me, anche a Singapore potrebbero togliere una decina di giri, perché basta una safety car in più del solito o un po’ di pioggia per dover terminare la gara prima della fine dei giri per aver sforato le due ore.

  6. Acropoli

    22 settembre 2011 at 11:52

    Singapore è davvero un casino nel gioco F1 2010 🙂

    • Ciccio

      23 settembre 2011 at 02:03

      Io me lo sparo con rfactor, col valante e marcie manuali!!!

    • Acropoli

      23 settembre 2011 at 20:20

      Ci ho messo tantissimi giri per farne uno come si deve… che vergogna io ma pure la pista!

  7. Elena (Jenson's fan!)

    22 settembre 2011 at 12:29

    voi siete nella vettura con loro?!no, non credo…ve ne state spaparanzati sul divano a godervi lo spettacolo, ma ci pensate al loro sforzo? penso che se ciò fosse stato detto dal vosrto Nando non lo avreste criticato… quindi non criticatelo…a meno che non siate dei piloti di f1, non potete sapere se è stressante e faticoso o una robetta da niente…

  8. www.polemiche.com

    22 settembre 2011 at 13:02

    @Elena: Vallo a raccontare ai tempi di Senna,Mansel,Prost dove con le loro manine effettuavano così tante cambiate che gli venivano le vesciche alle mani,gli sterzi erano dei macigni, frizioni pesantissime… Velocità folli e poca sicurezza.. ma che spettacolo!
    Questi ormai sono PILOTI PLAYSTATION.

  9. pizzi

    22 settembre 2011 at 13:51

    Allora cosa dovrei dire io che in estate mi tocca di lavorare sotto il sole a 40 gradi vestito in tuta tutto il giorno a riparare dei mezzi meccanici in ferro che dal gran che scottano potresti cuocerci sopra la carne….A dimenticavo tutto per poco piu’ di 1000 euro al mese.MA VA A LAVORARE IN FABBRICA E POI VEDIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII!!!!!!!!!!!!!!!!

    • Chris (tifoso J. Button)

      22 settembre 2011 at 15:36

      Nessuno ti ha chiesto/ordinato di fare quel lavoro… E puoi dirmi tutte le parole del mondo, ma non mi puoi ribattere. Ahah!

      • MF

        23 settembre 2011 at 08:58

        non sei normale…

  10. Nikon

    22 settembre 2011 at 14:38

    Button per quanto ricordo è un atleta che pratica anche il triathlon che, concorderete, è abbastanza pesante come sport, quindi, che quest’affermazione l’abbia fatta lui mi fa riflettere un po’.
    Quando leggo commenti che citano il passato, vorrei ricordare a queste persone quanti morti ci sono stati in quei tempi ed i motivi, a parer mio, non sono stati sempre riconducibili alla macchina o alle vie di fuga dei circuiti, ma anche alla stanchezza e/o lucidità del pilota.
    Come me, credo che il 99% delle persone che scrivono e leggono qui, non conoscano realmente le condizioni a cui si sottopongono piloti simili, quindi, ognuno avrà comunque il proprio punto di vista, giusto o sbagliato che sia.

  11. Gr8Wings

    22 settembre 2011 at 14:58

    Rispetto l’opinione di Button, siccome Singapore non è Montecarlo, per come è disegnata è una pista assurda e anacronistica per la F1, ci vadano a correre con i Kart e rimettano in calendario Imola che è una signora pista !

    • luca

      22 settembre 2011 at 18:46

      imola era una gran pista..poi dopo che è morto senna l’anno snaturata e ora fa schifo

    • Chris (tifoso J. Button e Ferrari)

      22 settembre 2011 at 23:07

      Gran commento! Complimenti! Un’altra pista per Kart sono quelle di Korea e Bahrein (settori centrali perfetti per la categoria citata).

      • Chris (tifoso J. Button)

        23 settembre 2011 at 18:15

        Poi il co***one che ha messo il pollice verso, voglio sapere chi è! 😉

  12. D-Lord

    22 settembre 2011 at 15:01

    possono benissimo togliere tutti i giri non c’è problema.

  13. Rumix

    22 settembre 2011 at 15:51

    La sicurezza prima di tutto. Se altri piloti sono dell’opinione di Button allora direi che sarebbe il caso di accorciare la gara. Vedo però che Kovalainen non è così drastico.

  14. ant

    22 settembre 2011 at 16:23

    questi sono commenti che non vorrei mai leggere da professionisti dello sport che guadagnano milioni di dollari. Noi ci facciamo il culo per 8-12 ore al giorno magari per 1200-1500€ tutti i giorni non 2 volte alla settimana, e questo si permette di dire che 1 gp su 19 è troppo faticoso. Ma andasse a fare il tassista allora..

  15. Gerardo

    22 settembre 2011 at 18:44

    Button è l’unico pilota di formula 1 in attività (con Alonso)ad aver vinto con tre scuderie diverse. E’ il miglior sorpassista in circolazione ed è quello che vince di più in condizioni estreme. La sua dichiarazione va presa molto seriamente. Non seguo la formula 1 da 50 anni per vedere morire i piloti.

  16. luca

    22 settembre 2011 at 18:44

    li farei correre come una volta..cambio manuale niente elettronica…a gia una volta c’era anche la passione

    • michele

      22 settembre 2011 at 19:14

      Poverini, …poi si sciupano lo smalto delle unghie.
      Poi di notte….si fanno anche brutti incontri, …e si sa i bimbi di sera e meglio che stanno a casa!!!
      Se piove dopo non ne parliamo, …si pigliano anche un bel raffreddore.

  17. Andrea

    22 settembre 2011 at 19:51

    perchè non prova a dirlo a tutti quei PILOTI che negli anni ’80 giravano due ore a detroit, dallas, las vegas ecc… senza servosterzo, con il cambio ad H e con un migliaio di cavalli e solo il piede destro a gestirli (magari sul bagnato…)?!?! VERGOGNA!

  18. luca

    22 settembre 2011 at 21:42

    Pechè criticare Singapore che è un bel circuito? Semmai leviamo Monza dal calendario, dove è impossibile sorpassare, anche con DRS!

  19. g1o

    23 settembre 2011 at 14:58

    se piove forte scordiamoci il gran premio.
    in canada l’hanno sospesa e fatta ripartire dopo 2 ore. ma li era giorno. a singapore se la sospendono alle 20 a che ora ripartono se smette di piovere: alle 24???
    impossibile.
    per il commento di button direi che non ci sono parole. ricordo granpremi dove si correva in ogni condizione e nessuno si lamentava. e’ da un po’ di anni invece che e’ di gran moda sospendere o sc se piove. e poi perche’ partire dietro la sc se piove??!! si parte sul bagnato in griglia e stop!! e cosa dire allora di indianapolis di qualche anno fa?
    mi fanno un po’ ridere…

  20. giorgio

    23 settembre 2011 at 15:05

    tanto se piove come dicono il gp non lo faranno di sicuro. ci scommetto.
    anche dovessero fermarla e ripartire finirebbero alle 3 di notte.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati