Bernie Ecclestone: “L’Europa è finita per la Formula 1”

Bernie Ecclestone: “L’Europa è finita per la Formula 1”

Bernie Ecclestone crede che ci saranno solo 5 gare in Europa nel prossimo futuro decretando la “fine” del vecchio continente come “centro” della F1.

Tradizionalmente la F1 ha le sue radici in Europa con gare importanti come Inghilterra, Italia e Spagna.

Quest’anno c’erano 9 gare europee, ma il numero scenderà ad 8 già dall’anno prossimo con l’uscita di scena del Gran Premio della Turchia. Nonostante ciò Ecclestone crede ancora che il numero di gare europee sia troppo alto e annuncia che verranno diminuite nel prossimo futuro.

“Credo che nei prossimi anni l’Europa avrà solo 5 gare“, dice Ecclestone al quotidiano Marca. “Credo che l’Europa sia finita. Sarà un ottimo posto per il turismo. L’Europa è una cosa del passato”.

Quando gli si chiede se l’Europa era la casa spirituale del circus Ecclestone ha risposto con un laconico: “Lo è stata”.

Ecclestone è stato chiaro sui suoi piani di espansioni del circus della F1, con un Gran Premio in Russia già stabilito per il 2014.

“La Russia ci sarà sicuramente perchè abbiamo un contratto…forse in futuro avremo Sud Africa e Messico”.

Stefano Rifici

Bernie Ecclestone: “L’Europa è finita per la Formula 1”
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

85 commenti
  1. Dam

    30 novembre 2011 at 20:59

    finchè ci sarà Bernie in declino sarà sopratutto la F1

  2. webferrari

    30 novembre 2011 at 21:37

    Col capo alla tomba e ancora bramoso di denari.

  3. Simone (tifoso ferrari e mercedes)

    30 novembre 2011 at 21:43

    Prima va di la, prima stiamo meglio noi di qua.

  4. MicroIce

    30 novembre 2011 at 22:45

    Ma questo non sta bene, sta portando la F1 nel WC. VERGONATI !!

  5. mauro

    30 novembre 2011 at 23:43

    ma non l’avete ancora capito che a berni e compani di noi che amiamo la formula uno non gli frega un benemerito c.a.z.z.o. !!!!!!!
    è come che da oggi a domani la p.o.l.i.t.i.c.a italiana ne fregasse qualcosa degli operai.
    per lui è solo un business porta soldi e basta .

  6. patos

    1 dicembre 2011 at 01:46

    oramai queste sono le ultime cazzate che dice perchè ha già un piede nella fossa povero vecchietto

  7. luca

    1 dicembre 2011 at 10:28

    Vergogna Vergogna Vergogna…. Portiamo la F1 in posti in cui la gente oltre a non avere la minima idea di cosa sia non potrà neanche mai centrare nulla!!! Non per niente sto cominciando a seguire sempre piu la Le Mans Series e i GT…

  8. Andrea

    1 dicembre 2011 at 10:31

    I tifosi di F1 italiani e non solo in un caso sono uniti: quando c’è da dare addosso a ecclestone! E giustamente pure -.-

  9. Lucio

    1 dicembre 2011 at 10:57

    Basta con gli Ecclestone che vogliono una formula uno solo televisiva. La F1 dev tornare ad essere un banco di prova pe ingegneri e case automobilistiche, produttori gomme e componenti auto. Che torni il mondiale marche oltre alla F1. Solo lo spettacolo non garantisce il futuro alla F1. Oggi ci si limita ai virtuosismi aereodinamici; che noia.
    Seguo la F1 dai tempi di Jim Clark ma prometto che il prossimo anno non guarderò nemmeno un GP.

  10. Lucio

    1 dicembre 2011 at 10:59

    Oggi una bella gara di Karting è più spettacolare e sportiva di una F1.
    Addio Bernie

  11. Franz Iacobelli

    1 dicembre 2011 at 13:42

    continua pure a sfornare di queste ca***te Bernie! e vedrai ke forse un giorno tutta l’Europa abbandonerà la F1 x davvero: Piloti, team, sponsor spettatori e di conseguenza autodromi e Reti TV, così quando finalmente avrai perso nn so quanti miliardi di $ allora forse ti renderai conto, ma magari intanto i team si saranno fatti il campionato alternativo!

    • LF1

      6 dicembre 2011 at 09:13

      A lui non interessano tutti questi avvenimenti perchè quando si verificheranno …… sarà già passato a miglior vita

  12. Enrico

    1 dicembre 2011 at 15:13

    Ma va? Non se n’era accorto nessuno che volevi portare tutto in medioriente… Come ho già detto il problema non è li ma nei circuiti assolutamente non adatti alla f1 e ai sorpassi. Tilke è UN MALATO DI MENTE PORCA PUTTANA, BERNIE LO CAPISCI CHE SENZA QUELLI COME ME DAVANTI ALLA TV VAI SUL LASTRISCO?

  13. MC-Nicky69

    1 dicembre 2011 at 16:32

    Peccato che le gare + belle ed i circuiti più belli si trovono in Europa caro Bernie Ecclestone!
    I nuovi circuiti in Asia,America,Africa o dove cavolo vuoi ti daranno un sacco di soldi ma fanno schifo non reggeranno mai il confronto con Monza,Catalogna,Nurboring,Imola ecc ecc.
    Andando via dall’Europa ci rimetterà soltanto la credibilità di questo sport, conta lo spettacolo non i soldi e comunque è ora che ti fai da parte perchè è da un pò che sei finito!

  14. Maxfunkel

    1 dicembre 2011 at 19:08

    IMPICCATI!!!!!!

  15. Iorek

    1 dicembre 2011 at 19:52

    Triste ciò che dice, ma vero . La cosa grave e’ che la cosa non riguarda solo la F1 . una volta l’Europa era il centro di tutto il mondo ora no . Negare che india, Cina, sud America oggi pesano di più che il vecchio continente vuol dire non guardare la realta’ .

  16. FreeRules

    1 dicembre 2011 at 23:29

    Seguo sempre con piacere gli articoli di questo blog e sono mesi che non commento. Ma questo qui mi ha fatto uscire dal seminato: decretare volutamente la fine delle corse in Europa alla ricerca affannosa del dio denaro è per la formula uno non rispettare le proprie origini; è Ecclestone che dovrebbe dirsi finito, non la madre terra che gli ha permsesso economicamente di arrivare dov’è adesso.

  17. raffaele

    2 dicembre 2011 at 23:41

    io non saprei neanche immagginare un mondiale senza MONZA SPA NURBURGRING BARCELLONA SILVERSTONE MONTECARLO. piuttosto si ritiri lui che tanto con tutti i soldi che c hà campa fino a 300 anni. E BASTA!!!!! l europa non si tocca

  18. GFantazz

    4 dicembre 2011 at 01:50

    L’Europa sarà anche finita ma le macchine, le gomme, i motori ed il personale provengono tutti dall’Europa…

  19. LF1

    5 dicembre 2011 at 09:35

    Io dico invece che la F1 sta finendo per colpa di un ingordo che pur di incrementare i suoi guadagni ha fatto pressioni per l’introduzione di regolamenti a dir poco “idioti e ridicoli” portando allla morte uno sport bello ed avvincente.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati