Berger certo che la Red Bull non userà ordini di scuderia

Berger certo che la Red Bull non userà ordini di scuderia

Gerhard Berger si è detto sicuro che la Red Bull Racing non imporrà ordini di scuderia ai suoi piloti nelle ultime due gare della stagione 2010 di Formula 1, decisive per l’assegnazione dei titoli iridati. Dopo il ritiro di Sebastian Vettel e Mark Webber in Corea, Fernando Alonso guida ora la classifica piloti.

Ora si vocifera di possibili ordini di scuderia a favore dell’australiano ma secondo Berger difficilmente il team austriaco userà questo tipo di approccio.

“Per alcuni team, come Williams o McLaren, la F1 è un business quindi ha senso per loro impartire ordini di scuderia per massimizzare la loro posizione in campionato” ha dichiarato Berger. “Ma la Red Bull ha un approccio molto diverso, usa la F1 come piattaforma per incrementare le vendite del suo prodotto” ha aggiunto Berger a Servus TV.

“E dal punto di vista sportivo, vince il migliore” ha aggiunto. “Dimentichiamo le zone grigie del regolamento, stiamo parlando di moralità. E se conosco Dietrich Mateschitz, non c’è alcun dubbio. Penso che i fans saranno grati. E’ lo sport. Non c’è sport se ogni anno si fanno manovre tattiche” ha concluso Berger.

Leggi altri articoli in Focus F1

Lascia un commento

11 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati