F1 | Haas, Grosjean: “Quanta sfortuna, meglio riderci su. Però qui non siamo a Monaco, è possibile rimontare”

Magnussen: "Sapevamo che qui sarebbe stata dura per noi, ma siamo riusciti a limitare i danni"

F1 | Haas, Grosjean: “Quanta sfortuna, meglio riderci su. Però qui non siamo a Monaco, è possibile rimontare”

Qualifica non certo da ricordare per la Haas in Canada. Se Kevin Magnussen è riuscito a limitare i danni, conquistando una discreta 11ª piazza, Romain Grosjean non ha avuto nemmeno la possibilità di scendere in pista a causa di un problema alla power unit manifestato in pitlane da una fumata bianca. Queste le parole rilasciate dai due piloti al termine del sabato di Montreal.

ROMAIN GROSJEAN
Q1: 20°, No Time
Q2: //
Q3: //
“Qualcosa è andato storto. Forse il castoro di ieri era ancora lì da qualche parte. Ci ridiamo su perché c’è stata una terribile serie di eventi sfortunati sin dalla prima gara della stagione. Ad ogni modo, le sensazioni in macchina sono state molto buone già dal primo turno. Sono rimasto molto soddisfatto degli aggiornamenti. Kevin è migliorato in qualifica, il che è fantastico per la squadra. Partire ultimi non è mai l’ideale, ma questo è uno dei circuiti in cui puoi sorpassare: fortunatamente non è Monaco. Penso che tutti quelli che iniziano con le Hypersoft soffriranno per il degrado, specialmente se fa caldo. Noi proveremo qualcosa di diverso. Ci sono molte macchine da superare, ma con una safety car e un po’ di fortuna in alcuni momenti potremmo ritrovarci lassù”.

KEVIN MAGNUSSEN
Q1: 9°, 1:12.680 (+0.970)
Q2: 11°, 1:12.606 (+1.172)
Q3: //
“Abbiamo portato un aggiornamento qui e speravamo che avrebbe migliorato la macchina: sembra che lo abbia fatto. Questo tipo di tracciato sapevamo che sarebbe stato difficile per noi. L’aggiornamento, ovviamente, è difficile da percepire perché non siamo veloci come lo eravamo a Barcellona, ​​dove abbiamo dominato il centro classifica. Penso che senza l’aggiornamento saremmo andati molto peggio qui. I circuiti a bassa velocità sono il nostro punto debole, ma sono felice che, sinora, siamo stati in grado di limitare i danni. Penso che domenica possiamo attaccare. Il nostro passo gara è migliore di quello in qualifica e in più partiamo con la libertà di scegliere gli pneumatici con cui iniziare la corsa: probabilmente, una situazione migliore rispetto a chi parte 10° o 9°”.

F1 | Haas, Grosjean: “Quanta sfortuna, meglio riderci su. Però qui non siamo a Monaco, è possibile rimontare” 5.00/5 (100.00%) 1 vote
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

F1 | Haas, Grosjean: “Quanta sfortuna, meglio riderci su. Però qui non siamo a Monaco, è possibile rimontare”

Magnussen: "Sapevamo che qui sarebbe stata dura per noi, ma siamo riusciti a limitare i danni"

Federico Martino
di 10 giugno, 2018
F1 | Haas, Grosjean: “Quanta sfortuna, meglio riderci su. Però qui non siamo a Monaco, è possibile rimontare”

Qualifica non certo da ricordare per la Haas in Canada. Se Kevin Magnussen è riuscito a limitare i danni, conquistando una discreta 11ª piazza, Romain Grosjean non ha avuto nemmeno la possibilità di scendere in pista a causa di un problema alla power unit manifestato in pitlane da una fumata bianca. Queste le parole rilasciate dai due piloti al termine del sabato di Montreal.

ROMAIN GROSJEAN
Q1: 20°, No Time
Q2: //
Q3: //
“Qualcosa è andato storto. Forse il castoro di ieri era ancora lì da qualche parte. Ci ridiamo su perché c’è stata una terribile serie di eventi sfortunati sin dalla prima gara della stagione. Ad ogni modo, le sensazioni in macchina sono state molto buone già dal primo turno. Sono rimasto molto soddisfatto degli aggiornamenti. Kevin è migliorato in qualifica, il che è fantastico per la squadra. Partire ultimi non è mai l’ideale, ma questo è uno dei circuiti in cui puoi sorpassare: fortunatamente non è Monaco. Penso che tutti quelli che iniziano con le Hypersoft soffriranno per il degrado, specialmente se fa caldo. Noi proveremo qualcosa di diverso. Ci sono molte macchine da superare, ma con una safety car e un po’ di fortuna in alcuni momenti potremmo ritrovarci lassù”.

KEVIN MAGNUSSEN
Q1: 9°, 1:12.680 (+0.970)
Q2: 11°, 1:12.606 (+1.172)
Q3: //
“Abbiamo portato un aggiornamento qui e speravamo che avrebbe migliorato la macchina: sembra che lo abbia fatto. Questo tipo di tracciato sapevamo che sarebbe stato difficile per noi. L’aggiornamento, ovviamente, è difficile da percepire perché non siamo veloci come lo eravamo a Barcellona, ​​dove abbiamo dominato il centro classifica. Penso che senza l’aggiornamento saremmo andati molto peggio qui. I circuiti a bassa velocità sono il nostro punto debole, ma sono felice che, sinora, siamo stati in grado di limitare i danni. Penso che domenica possiamo attaccare. Il nostro passo gara è migliore di quello in qualifica e in più partiamo con la libertà di scegliere gli pneumatici con cui iniziare la corsa: probabilmente, una situazione migliore rispetto a chi parte 10° o 9°”.

http://f1grandprix.motorionline.com/f1-haas-grosjean-quanta-sfortuna-meglio-riderci-su-pero-qui-non-siamo-a-monaco-e-possibile-rimontare/