Webber: “Non ho favorito Vettel a Monaco”

L'australiano spiega di aver avuto problemi a causa dei marbles

Webber: “Non ho favorito Vettel a Monaco”

Mark Webber smonta le polemiche dopo la sua vittoria a Montecarlo: l’australiano della Red Bull è stato accusato di aver rallentato nei giri finali per consentire a Sebastian Vettel di rientrare su Rosberg e Alonso, ma lui smentisce con decisione.

“Vincere a Monaco è sempre speciale, questa pista è sempre stata buonoa con me, ho vinto lì in Formula 3000, ho lottato per la vittoria con la Williams nel 2006 e ora ho vinto due degli ultimi tre Gran Premi”, ha spiegato Webber nella sua rubrica sul sito della BBC. “Quando si guida al limite a Monaco, il margine è molto ridotto: l’errore può venire in qualsasi momento, le condizioni cambiano ogni 2-3 giri e l’abilità consiste nell’essere sempre concentrati e adattarsi ai cambiamenti. E’ un pomeriggio molto lungo, senza tregua, forse non è esaltante per gli spettatori, ma i piloti lo trovano vano veramente eccitante”.

Webber ridicolizza chi parlava di un suo rallentamento per far avvicinare il suo compagno di squadra Vettel. “E’ stato un weekend molto ben orchestrato da tutto il team Red Bull Racing: è vero che Michael Schumacher aveva conquistato la pole, ma la penalizzazione ce l’ha consegnata meritatamente. Ma smentisco le voci che hanno parlato di un mio aiuto in corsa a Vettel: è assolutamente spazzatura, c’è davvero gente che lavora di fantasia a Monaco. In realtà avevo lasciato dietro Seb nel primo pit-stop, se avessi voluto rallentare lo avrei fatto vistosamente, mentre in realtà non ho potuto tirare e acquisire un po’ più di margine perché non volevo rovinare le gomme. Ciò ha significato che avevo la Mercedes di Nico Rosberg e la Ferrari di Fernando Alonso dietro di me, quando ha iniziato a piovere negli ultimi giri. Il leader deve essere sempre un po’ più cauto in quella situazione perché è l’unico che può sembrare un idiota. Il problema comunque non è venuto tanto dalla pioggia ma dai marbles, i pezzi di gomma perduti dalle mescole via via che si degradano e che sono incredibilmente scivolosi. Ciò significava che la linea ideale davanti al Casino era cambiata molto presto in gara, e non ero felice di questo perché mi piace usare una linea leggermente diversa”.

Infine l’australiano ha voluto ricordare la vittoria dell’amico Franchitti nella 500 Miglia di Indianapolis: “Devo anche menzionare la vittoria Dario Franchitti nella Indy 500, il terzo successo della sua carriera. E’ stata una gara incredibile ed è bello vedere Dario vincere. E’ un bravo ragazzo. Avevo molti amici che hanno corso in quella gara ed è bello che Dario abbia dedicato la vittoria a Dan Wheldon, che è stato ucciso in quel terribile incidente a Las Vegas l’anno scorso”, ha concluso Webber.

Lorena Bianchi

Webber: “Non ho favorito Vettel a Monaco”
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Focus F1

Lascia un commento

25 commenti
  1. Uenj87

    31 maggio 2012 at 14:36

    Non sono così idioti in Red Bull da rischiare di far perdere una vittoria per poter raccogliere qualche punticino in più…Poi a Montecarlo!(dove superare è impossibile)..Ma dai!

  2. Fernando

    31 maggio 2012 at 14:52

    Ed ecco un altro che dice… mi preoccupavo di non rovinare le gomme…
    Caro Paul, a Monaco non si è passato per colpa della pista e della paura di rovinare le gomme, non perché le gomme duravano troppo!

  3. stefano

    31 maggio 2012 at 14:52

    Ma che polemiche idiote…domenica potevano rientrare tutti,accodarsi al trenino ma non sarebbe cambiato un bel niente…La cosa avrebbe avuto un senso se Webber avesse rallentato gli avversari nel frangente in cui Vettel era primo e doveva ancora fermarsi per il pit stop.Ma anche il quel caso,rallentando avrebbe rischiato di compromettere il primo posto a vantaggio del compagno.Sempre malizia..in qualsiasi situazione.

    • leon

      1 giugno 2012 at 18:19

      no scusa ma tu la gara l’hai vista o te l’hanno raccontata? xchè è accaduto proprio cio che hai detto tu, vettel era primo e doveva ancora fermarti per il pit, e il buonwebbwr stranamente girava fino a 1 sec piu lento di vettelino pur avendo stesse gomme ma nuove di zecca rallentando tutti fino ad avere 6 piloti in un solo secondo.

      buona f1 a tutti e sempre forza FERRARI

  4. MicroIce (tifoso RedBull Racing)

    31 maggio 2012 at 15:18

    Ma tanto anche se Vettel fosse riuscito a raggiungere Alonso e Rosberg non sarebbe comunque riuscito a superarli visto che a Monaco i sorpassi sono impossibili e questo mi fa venire in mente una domanda: ma perché si corre ancora su questo tracciato ??!!

    • naico

      31 maggio 2012 at 16:55

      perchè è bellissimo

      • Velocità Massima

        31 maggio 2012 at 20:11

        L’hanno detto anche qui.
        I piloti hanno cercato tutta la gara di non consumare le gomme.
        Metti che il drs l’hanno messo in una zona in cu non fa alcuna differenza e che il kers non serve a un tubo.
        Ci sono gare noiossissime in cui nessuno si lamenta, qua perchè è Monaco, c’è sempre qualcuno che salta su e pretende – ad ogni costo – che venga eliminato dal calendario.
        Ma io non so.
        Ci sono Singapore, Ungheria, Valencia, Abu Dhabi solo per citare i peggiori… e c’è qualcuno che ha il coraggio di voler togliere Monaco.
        Semmai prima tolgano quello no?

      • Velocità Massima

        31 maggio 2012 at 22:40

        Volevo scrivere quelli (valencia ecc…) non quello.

    • Francesco

      31 maggio 2012 at 22:51

      …come non quotarti, chiedilo a Ecclestone!!!

  5. MikeCTF (tifoso Ferrari)

    31 maggio 2012 at 15:25

    Qui in Irlanda si dice cosí: this is a big bunch of bollax. In breve reputo questa polemica una cretinata colossale.

    • Gemma

      31 maggio 2012 at 16:19

      Che bellooooo!! Tu stai in irlanda???

      • MikeCTF (tifoso Ferrari)

        31 maggio 2012 at 18:40

        Ebbene si’!! 😉 a parte il clima mai caldo e’ un gran bel posto! 🙂

      • Gemma

        31 maggio 2012 at 19:36

        Che bello!! Io adoro il clima freddo…fortunato!!

  6. Tiziano

    31 maggio 2012 at 15:53

    A Webber non frega niente di Vettel.

  7. Antony85

    31 maggio 2012 at 15:54

    Tranquilli non l ha fatto apposta…e’ solamente incapace di guidare sull umido… Ha avuto paura e ha rallentato…

    • Mattia

      31 maggio 2012 at 17:03

      La pioggia è arrivata a fine gara, mentre Webber è stato accusato ingiustamente di aver rallentato a metà gara, quando Vettel era ancora prima per non aver ancora fatto il pit stop.

    • markwebberfan

      31 maggio 2012 at 17:14

      rispondo a Antony85:
      quello incapace non è lui. Guardati la Malesia, dove le Red Bull arrancavano. Quando le temperature sono basse, la RB8 non sfrutta a pieno le gomme. Poi se lui era incapace, perche gli altri dietro non lo hanno superato?

  8. polemiche gratuite online

    31 maggio 2012 at 15:56

    e se anche fosse che ha rallentato?non c’è nulla di male ne dal punto di vista regolamentare ne sul piano etico:due compagni di squadra possono aiutarsi a vicenda volendo(altrimenti che senso ha essere compagni?), quindi ammesso e non concesso che abbia rallentato, questa discussione è solo una polemica gratuita!

  9. Beppe (tifoso Redbull)

    31 maggio 2012 at 16:33

    Argomento per scrivere qualcosa; quanta fantasia … … ma chi dichiara queste cose?

    Beppe

  10. Ale

    31 maggio 2012 at 17:21

    vittoria consegnata meritatamente? complimenti per la vittoria Mark, ma potevi risparmiarti sta stronzata

    • Mattia

      31 maggio 2012 at 17:28

      Se intendi la pole position, è stata tradotta male la frase di Webber.
      Webber dice (http://www.bbc.co.uk/sport/0/formula1/18253820):
      “Obviously Michael Schumacher beat us to fastest time but we took up the pole because of his penalty”

      Tradotto sarebbe:
      “Ovviamente Michael Schumacher ci ha battuto con il miglior tempo ma non abbiamo preso la pole a causa della sua penalità”

      • Mattia

        31 maggio 2012 at 17:29

        Ho sbagliato a scrivere. La correzione è “noi abbiamo preso la pole”, al posto di “non abbiamo preso la pole”.

  11. amico di frederick

    31 maggio 2012 at 18:08

    non e’ vero che i sorpassi a montecarlo son difficili: Massa quest’ anno buon per lui che s’e’ svegliato a Montecarlo se no era capace di farsi passare anche li’ dive e’ impossibile se non hai problemi!

  12. Gianluca RB

    31 maggio 2012 at 23:08

    jaja ogni cosa verrà usata contro di te xDD

    sempre maliziosi su ogni cosa

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati