Test F1 Abu Dhabi: Mercedes davanti nella seconda giornata

Seconda la Ferrari di Marciello. Terzo Verstappen con la Toro Rosso. Anche oggi flop McLaren

Test F1 Abu Dhabi: Mercedes davanti nella seconda giornata

Chiude al comando la Mercedes nella seconda ed ultima giornata di test ad Abu Dhabi – quasi a voler sottolineare chi è la più veloce del Circus fino all’ultimo giro del 2014.
Il giovane Pascal Wehrlein è stato il più veloce in pista sia al mattino che al pomeriggio, fermando il cronometro a 1:42.624. Dietro di lui la Ferrari di Marciello, quindi Ericsson, Stevens, Goddard, Ricciardo, Nasr, Lynn, Ocon e Vandoorne. Nessun crono e solo due giri all’attivo per la McLaren guidata dal pilota belga. Tanti gli aggiornamenti testati e i km macinati oggi in pista – anche con le Pirelli 2015 che da subito hanno dato ottimi riscontri -, ma per team e piloti ora è tempo di un forzato e meritato riposo. I test di Abu Dhabi concludono ufficialmente la stagione 2014.

Cronaca – Pascal Wehrlein ha chiuso la sessione mattutina in testa con il miglior tempo di 1:44.557, lasciandosi alle spalle la Toro Rosso di Verstappen, Marciello con la Ferrari e Ricciardo con la Red Bull, la Williams di Nasr, la Lotus di Ocon, Ericsson con la Sauber, e Stevens e Goddard rispettivamente al volante di Caterham e Force India. Tanto attesa ma ancora una volta costretta ai box per problemi elettrici, la McLaren Honda.

Dopo la pausa pranzo si torna a girare. Sulla Lotus fa il suo esordio in F1 un altro giovane, il britannico Alex Lynn. A pochi minuti dalla ripresa la Toro Rosso di Verstappen si ferma; sventola la bandiera rossa. Anche per il team di Faenza il problema è alla power unit. Alle 11.30 ora italiana di nuovo via libera. Le prove con le gomme proseguono con i diversi carichi di benzina a bordo. Stevens si dichiara sempre più soddisfatto delle nuove Pirelli 2015: “molto meglio e molto più grip. Mi danno più sicurezza”. Passata la prima ora in testa è sempre la Mercedes di Wehrlein, seguito da Verstappen, Marciello, Ricciardo, Nasr, Ocon, Ericsson, Goddard, Stevens e Lynn.

Wehrlein abbassa il suo crono che scende a 1:44.421, mentre Ricciardo si inserisce alle sue spalle con il tempo di 1:45.151. Lynn guadagna una piazza e sale al nono posto. Ci si avvicina allo scadere della seconda ora e un’altra bandiera rossa sventola in pista: la Red Bull di Ricciardo è ferma nel secondo settore con un principio di incendio.

Con il tempo di 1:46.702 Lynn sale al sesto posto, quando la McLaren Honda mette per la prima volta il muso fuori dal box. Ma la monoposto guidata da Vandoorne dà forfait dopo soli due giri. Altra bandiera rossa, la quarta.

A un’ora dalla fine Wehrlein si mantiene saldo al comando con il miglior tempo di 1:44.235. Lo inseguono Ricciardo, Verstappen, Marciello, Nasr, Lynn, Goddard, Stevens, Ocon, Ericsson e Vandoorne.
Le ultime uscite prevedono poca benzina a bordo e la classifica si aggiorna velocemente: Stevens sale al secondo posto con il tempo di 1:44.888. Poco dopo però il britannico della Caterham chiama la quinta bandiera rossa.

A venti minuti dalla fine la pit lane riapre e il pace setter Wehrlein fa segnare 1:42.624. Tramonta il sole sul circuito di Abu Dhabi e anche sulle monoposto, impegnate per l’ultima volta quest’anno in pista.
La Mercedes con Wehrlein si conferma la più veloce.

Tempi e giri della seconda giornata di test F1 ad Abu Dhabi
1. Pascal Wehrlein Mercedes 96 giri 1:42.624
2. Raffaele Marciello Ferrari 90 giri 1:43.208
3. Max Verstappen Toro Rosso 78 giri 1:43.763
4. Marcus Ericsson Sauber 112 giri 1:44,551
5. Will Stevens Caterham 76 giri 1:44.888
6. Spike Goddard Force India 89 giri 1:44.944
7. Daniel Ricciardo Red Bull 88 giri 1:45.151
8. Felipe Nasr Williams 83 giri 1:45.937
9. Alex Lynn Lotus 52 giri 1:46.168
10. Esteban Ocon Lotus 34 giri 1:47.013
11. Stoffel Vandoorne McLaren-Honda 2 giri no crono

Nina Stefenelli

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento
  1. Doesntmatter72

    26 Novembre 2014 at 19:52

    5 giri in due giorni…mi aspettavo di più dalla Honda

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati