Team Lotus, Kovalainen: “Che gara per il team!”

Team Lotus, Kovalainen: “Che gara per il team!”

Heikki Kovalainen, 18mo: “Che gara per tutto il team! Ho fatto una bella partenza, senza far pattinare le gomme e ho passato veramente tante macchine, trovandomi poi quattordicesimo. Alla radio ho pure sentito uno degli ingegneri ridere e dire a qualcun altro quanto fosse stata brillante la mia partenza, e allora ho pensato ‘No! Non dirlo ora, devo andare avanti con la gara!’. I primi stint sono stati ottimi. La macchina stava andando veramente bene con le soft e i pit stop sono stati superbi, poi la safety car ha sorpreso tutti. Da lì in poi è stata un’altra gara fino alla fine, con me e Jarno a lottare fino all’ultimo giro. La macchina era ben bilanciata anche con le gomme dure, quindi ho potuto spingere molto, malgrado sia stato trattenuto dalle Virgin e dalle HRT nel momento in cui venivano esposte le bandiere blu. Sono sempre riuscito a stare davanti a Jarno e ciò è stato un bene, dato che lui è sempre stato veloce in questo circuito”.

“Inoltre, per la prima volta nella stagione non ci hanno mostrato le bandiere blu, ed è stato molto soddisfacente. Ogni volta che devi far passare qualcuno devi per forza rallentare la tua gara, ma questo vuol dire che la macchina sta migliorando, così come il team. La safety ci ha aiutato, ma devi essere pronto ad avvantaggiarti di fronte a qualsiasi evento in pista e oggi l’abbiamo fatto”.

Jarno Trulli, 19mo: “E’ stata per me una buona giornata. Non è iniziata molto bene – per una volta la mia partenza non è stata perfetta, ma sono riuscito a passare un po’ di gente e a farmi strada. Dopo qualche giro ho sentito di avere qualche problema al cambio che mi ha rallentato, ma si è risolto tutto e sono riuscito, grazie all’arrivo della safety car sono stato in grado di recuperare il distacco tra me ed Heikki. E’ un risultato piuttosto significativo per me e per il team. Abbiamo completato ogni giro della gara, e malgrado questo non sia rilevante per chi sta davanti, stiamo migliorando e sono davvero felice di questo, sia per i ragazzi qua, che quelli in fabbrica. Lasciamo il Giappone contenti e pronti per la Corea”.

Alessandra Leoni

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

6 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati