Force India, Perez: “Quando torno a Suzuka penso al mio amico Jules Bianchi”

Il messicano ha ricordato il francese, col quale ha condiviso l'esperienza nella Ferrari Driver Academy

Force India, Perez: “Quando torno a Suzuka penso al mio amico Jules Bianchi”

Ogni volta che la Formula Uno è tornata Suzuka dopo quel tremendo 5 ottobre 2014, il primo pensiero corre di diritto alla memoria di Jules Bianchi. Il compianto pilota della Manor, di scuola Ferrari, morto a Nizza il 17 luglio 2015 dopo nove mesi di calvario, in seguito alle gravi lesioni provocategli dall’impatto con un trattore, posizionato a bordo pista per rimuovere la Sauber di Adrian Sutil, all’altezza di curva 7 del tracciato nipponico.

Quest’oggi a ricordare la memoria di Bianchi è stato Sergio Perez. Il messicano, fresco di rinnovo con la Force India, ha condiviso con il francese il percorso nella Ferrari Driver Academy.

Purtroppo, quando torno qui, non posso non pensare a un mio amico: Jules Bianchi. Lo conoscevo bene, era un ottimo pilota – ha dichiarato Perez – Ci manca, rimarrà per sempre nei nostri cuori. Suzuka non è una città importante, al contrario del circuito, spettacolare e al tempo stesso pericoloso. Questa è una pista che non perdona e che mette a dura prova piloti. Per il sottoscritto la parte migliore della pista è rappresentata dal primo settore, dove si percorrono le curve a elevata velocità”. 

Questo è senza dubbio uno dei migliori circuiti del campionato – ha continuato il messicano – La vettura deve essere sufficientemente equilibrata per non avere problemi. A volte qui il vento può causare tanti problemi”.

Piero Ladisa 

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati