Rosberg, quale strategia per vincere il titolo?

Il pilota tedesco potrebbe diventare campione del mondo: "Non so come farò ad affrontare l'ultima gara"

Rosberg, quale strategia per vincere il titolo?

Nico Rosberg ad Abu Dhabi potrebbe vincere il suo primo titolo in Formula 1: all’ultimo appuntamento con la stagione 2016, il tedesco domina la classifica piloti con un vantaggio di 12 punti sull’avversario e compagno di squadra Lewis Hamilton. Gli basterebbe anche solo un terzo posto per vincere il campionato.

Ma per raggiungere questo obiettivo, bisogna concentrarsi sul da farsi in qualifica e in gara, per avere la macchina migliore possibile e puntare alla strategia vincente: ecco che, quindi, la stessa Mercedes, suddivisa nel lavoro per i suoi due piloti migliori, è già proiettata al weekend di Abu Dhabi.

Nico Rosberg in realtà non sembra neanche molto teso. O meglio, forse questa è l’impressione che il tedesco vuole dare sia ai media internazionali che al suo avversario Hamilton, non facendo trasparire nessun tipo di emozione ma mostrando, al contrario, tenacia, concentrazione e determinazione. Rosberg è al lavoro per escogitare la migliore strategia, quella vincente, che lo potrebbe portare al titolo piloti: “È sempre una sfida, niente in Formula 1 è facile. Non so come farò ad affrontare l’ultima gara, ve lo dirò il Giovedi, quando ho avuto un po’ di tempo per pensarci”, ha dichiarato il pilota Mercedes.

La scuderia è già felice e soddisfatta così: a prescindere da quale sarà il risultato finale alla bandiera a scacchi del Gran Premio degli Emirati, con il titolo costruttori già in tasca, il nuovo campione del mondo 2016 sarà comunque uno dei due piloti del team. Il capo ingegnere Aldo Costa ha dichiarato al Corriere della Sera: “Dobbiamo essere super attenti a portare due macchine identiche e, se possibile, perfette per Abu Dhabi. Ma devo dire che se Nico vincesse, sarebbe davvero meritato”, ha continuato.

“È un maniaco del lavoro, vuole imparare ogni minuto e si dedica a tutto sempre con passione. Correre al fianco di Hamilton non è facile – ha aggiunto l’italiano – ma Rosberg è sempre lì, appena dietro di lui o poco più avanti. So che merita un campionato del mondo”, ha concluso con un augurio.

Fabiola Granier

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

3 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati