Red Bull, Verstappen: “Non cambierò il mio stile di guida”

L'olandese crede che il suo approccio non debba essere cambiato

Red Bull, Verstappen: “Non cambierò il mio stile di guida”

L’aggressività di Max Verstappen è stato uno dei temi più importanti della settimana, soprattutto dopo i fatti accaduti in Belgio, non solo per quanto riguarda l’incidente alla partenza, ma anche per gli atteggiamenti tenuti in pista nei confronti di Kimi Raikkonen e Sebastian Vettel.

Le tante critiche ricevute in questi giorni anche da personaggi molto importanti del mondo della Formula 1 come Niki Lauda e Jacques Villeneuve, però, non hanno fatto cambiare idea al giovane olandese, che crede che il proprio stile di guida non debba cambiare: “Il mio compito è attaccare, non ho motivo per cambiare lo stile di guida. Credo che alla curva 1 in Belgio sono stato davvero sfortunato, ma dopo sono riuscito a fare alcuni bei duelli” – ha commentato Verstappen a Monza -. “Alla fine non c’è stata alcuna sanzione, quindi penso di aver fatto tutto nella maniera giusta e che non debba cambiare il mio approccio e il mio stile”.

Il giovane pilota della Red Bull è poi tornato sulle dichiarazioni di Raikkonen, asserendo che anche se è un pilota di grande esperienza, anche il finlandese potrebbe imparare qualcosa da questa situazione: “Raikkonen dice che è stata una battaglia troppo intensa? Non penso proprio, io stavo facendo la mia gara. Credo che da certe situazioni abbiamo tutti qualcosa da imparare. Anche quando si è un pilota di grande esperienza è possibile apprendere qualcosa di nuovo” ha poi concluso Verstappen.

Gianluca D’Alessandro

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

17 commenti
  1. BlackPanther

    2 Settembre 2016 at 09:56

    Ragazzo, sei ripetitivo e sempre sulla difensiva.

  2. f1erally

    2 Settembre 2016 at 10:08

    ahahahahahah

    massiiiiiiiiiiiiii continua pure…

    del resto se la stanno cercandoooooo…

    Raikkonen dice che è tutto a posto…

    Le punizioni non arrivano…

    nessun pilota titolato gli fà la ramanzina…

    Ed io dico che in questa F1 di senzapalle uno così ci voleva…

    Se succede qualcosa di grave “speriamo di no” la responsabilità sarà di tutti quelli che si sono stati zitti!!

  3. poverocecco

    2 Settembre 2016 at 10:15

    Il ragazzo ha la pelle dura e sa benissimo quello che vuole.
    Vedrete che piano piano capiranno un po tutti che non vanno lasciati spazzi liberi perchè lui entra e che non è il caso di andare tanto vicino al suo posteriore.
    Continua cosi max i piloti onesti e simpatici non hanno mai vinto nulla.
    Senna ha vinto un mondiale buttando fuori prost.
    Il kaiser vinse il primo mondiale buttando fuori Demon e il tedezco non era certo il più simpatico in pista.
    a mio avviso era abbstanza antipatico anche Senna gran pilota gran piede però.

    • piciacia

      2 Settembre 2016 at 10:46

      quindi secondo il tuo ragionamento è quello di Verstappen se non ha ricevuto nessuna punizione ha fatto tutto in regola?? quindi tutti nel paddok sono idioti, a cominciare da Wolf, Lauda Villeneuve e tanti altri. Nessuno ne capisce niente, solo Verstappen e pochi eletti…ho capito. Seconda cosa, Quando Senna butto fuori Prost è stato punito, qui non puniscono Verstappen perche come ha detto Villeneuve lo vogliono fare diventare una stella della F1, ma che abbia corso in modo scorretto lo ha detto lui stesso quindi è ridicolo continuare a dire continua cosi, i campioni hanno semrpe fatto cosi, perche non è proprio cosi, Schumaker si è beccato una bandiera nera con i suoi comportamenti, non dite caz, questi comportamenti vanno sanzionati punto e basta.

      • poverocecco

        2 Settembre 2016 at 12:05

        ok si meritava una punizione… ma non per la partenza a mio avviso.
        sto solo dicendo che al il carattere e le capacita per diventare un campione, sinceramnete non credo che tutti nel paddock siano dei deficenti ma mi fa piu ribrezzo vedere un pilota di formula uno che si scansa o lascia strada a l’interno che uno che siu infila appena vede un pertugio.
        Altra cosa almeno è stsato sincero dicendo che non lo ha fatto apposta… altri avrebbero detto una balla e tutti contenti.

  4. Jess

    2 Settembre 2016 at 10:27

    Bravo Max, non cambiare approccio! Se non ti puniscono vuol dire che hai fatto sempre tutto bene!

    Se non ti puniscono è perché sei il cocco di mamma a cui tutto è concesso! Arrogante e presuntuoso, sei l’ultimo arrivato e vai a dire a uno come Raikkonen che gli stai insegnando qualcosa? Bravo… Spero che a Monza tu ti possa trovare ad affrontare Hamilton ruota a ruota… Ti insegnerebbe cos’è il rispetto!

  5. Go-Ice

    2 Settembre 2016 at 10:31

    Scusami #poverocecco ma io credo che tu stia confondendo l’antipatia con la stupidità, che sono due cose ben diverse. Buttare sulla ghiaia un altro pilota per vincere un mondiale (Senna-Prost) è antipatia, spostarsi in rettilineo all’ultimo momento ad oltre 300 all’ora rischiando di far decollare chi ti tampona é stupidità.
    Poi tanto di cappello al piccoletto, ma se non impara queste cose qui potrà diventare un campione ma non una leggenda, cosa che invece avrebbr nelle sue corde.

  6. michele

    2 Settembre 2016 at 10:49

    Questa è la F1 moderna.

    Mocciosi buttati al macello senza riflettere più di tanto.

    Piango al pensiero di come era la F1 di una volta e di come è quella di oggi!

  7. dany5sv

    2 Settembre 2016 at 10:50

    Una volta di piu versbatten dimostra la sua ignoranza, immaturita e stupi.dita. La cosa che piu da fastidio pero e’ la totale mancanza di rispetto verso un pilota, raikkonen, cge ha il doppio dei suoi anni e quindi anche molta piu esperienza nelle corse e verso un quattro volte campione del mondo, vettel, che gli potrebbe insegnare perfino a pisc.iare. Se la merita proprio una lezione questo ragazzino.

  8. Netito

    2 Settembre 2016 at 11:02

    Arrogante il bimbetto.
    Va tutto bene finché la Heineken ti fa da sponsor caro il mio pivello… il tempo è un galantuomo vedrai

  9. _frank_

    2 Settembre 2016 at 11:22

    Figliolo, per te la differenza tra l’essere aggressivo o bimbominxia è assai sottile…

  10. Ray74

    2 Settembre 2016 at 11:53

    la RBR è tipo tana delle tigri…un altra scuderia avrebbe richiamato il proprio pilota per i danni alla monoposto ,però l’ “altra” andava meglio , quindi…

  11. alebos

    2 Settembre 2016 at 11:55

    Questo ragazzo si sta gia facendo odiare….gran manico per caritá ma se tenesse la bocca chiusa farebbe qualche bella figura in piú.. ma evidentemente parla a vanvera perché sa di essere il burattino intoccabile della f1… ma prima o poi arrivera anche per te “quel dal formai” come si dice dalle mie parti

  12. robyxx74

    2 Settembre 2016 at 12:36

    Che dire…. la natura gli ha dato la dote di pilota, poi per compensare l’intelligenza la data ad altri

  13. Daytona

    2 Settembre 2016 at 12:38

    Mai visto un maiale cambiare il suo grufolare!

  14. PrancingHorse

    2 Settembre 2016 at 13:17

    Purtroppo oggi mancano figure carismatiche tra i piloti che possano insegnare ai novellini come ci si comporta tra professionisti. Mi viene in mente l’episodio tra Senna e Schumacher a Magny Cours nel 92 quando Schumy sembrava un cane bastonato mentre Ayrton gli faceva la ramanzina.

  15. jacques_1

    2 Settembre 2016 at 18:08

    Chi paragona i comportamenti di Verstappen agli episodi di Senna e Prost a Suzuka non ragiona del tutto bene. Quei due si giocavano un mondiale, il ragazzo non si sta giocando nulla.
    Il problema è che ha imparato tutto sulla playstation e crede di essere ancora nel gioco dove puoi fare tutto senza farti male. Forse dovrebbe farsi male per capire la differenza. Farsi male lui, non provocarne ad altri. Perchè altrimenti non capisce.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati