Ralf Schumacher in difesa di Michael

Ralf Schumacher in difesa di Michael

Dopo Norbert Haug, ora Michael Schumacher può vantare un altro difensore per quanto riguarda la faccenda ungherese tra lui e Barrichello e trattasi per l’appunto del fratellino minore Ralf, ex pilota di F1. Probabilmente come tutti i suoi tifosi, anche lo stesso Ralf soffre nel vedere Michael non più il pilota di un tempo e prova ancora più dolore quando dai colleghi è definito come un “insensibile automa”.

Molte cose sono cambiate dal 2006, anno del ritiro dalla F1 dello Schumacher maggiore e un rientro in F1 da subito ai massimi livelli era impossibile: Bridgestone diverse, vetture diverse, la Mercedes team-debuttante, divieto di effettuare test (se non nelle date previste)…non scuse, ma punti importanti che di certo non aiutano Michael Schumacher a rientrare in gioco e Ralf lo difende pubblicamente dal circuito del Nurburgring, dove affrontava una gara di DTM.

“Ha sbagliato in quella manovra, si è scusato…cos’altro vogliono da lui? Ci sono un sacco di colleghi che hanno buoni motivi per affondarlo, a causa di dissapori passati ma sono questi gesti che mostrano quanta motivazione abbia ancora. Prima era duro e freddo, ora dicono che è senza motivazione e che faccia di tutto per stare in pista ma non si merita tutto questo odio! La F1 dovrebbe ringraziarlo, grazie al suo ritorno è tornata a respirare!” ha dichiarato Ralf Schumacher.

Eleonora Ottonello

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

17 commenti
  1. cosimo

    10 agosto 2010 at 14:34

    si vabbè è il fratello, quanto conta la sua?

  2. strige

    10 agosto 2010 at 14:41

    Però in parte ci ha preso…soprattutto che grazie a lui la formula 1 ha ripreso quota (economica). Valencia 2009 docet.

  3. Denis

    10 agosto 2010 at 16:01

    Vero che è suo fratello, però mi sorprende!
    In tutti gli anni di F1 sono sempre stati rivali, questa è una delle poche volte che uno difende l’altro! evento rarissimo 🙂

  4. Daniele

    10 agosto 2010 at 16:28

    Soprattutto Ralf che difende Michael, evento piu’ unico che raro =)

  5. Altair

    10 agosto 2010 at 17:44

    @cosimo
    più della tua?

  6. vincenzo

    10 agosto 2010 at 17:48

    “Ha sbagliato in quella manovra, si è scusato…cos’altro vogliono da lui? Ci sono un sacco di colleghi che hanno buoni motivi per affondarlo, a causa di dissapori passati…

    Sacrosante parole, senza togliere nulla alla maovra rischiosa si evince la debolezza di Barrichello,essere un pilota piagnucolone in cerca di rivalse che non dimostrano niente,qualsiasi cosa si debba dire su Schummy ha vinto 7 titoli e Barrichello una mazza,il come e perchè sono tutte parole…. 🙂

  7. whitefox

    10 agosto 2010 at 18:57

    La F1 grazie a Schumacher è tornata a respirare??

    io credo che sia Ralf a dover ringraziare di avere un fratello come Michael…se non si fosse chiamato Schumacher.. Ralf in F1 non ci sarebbe mai arrivato….lo dimostrano le magre figure nel DTM.

  8. marcello

    10 agosto 2010 at 20:58

    Il parere di Ralf conta meno del parere dell’ ultimo di questi post. Ralf fu un raccomandato di ferro, non ha vinto nulla, non ha raccolto nulla ed è andato via con la coda tra le gambe. Le critiche a M. Schumacher arrivano a ragione in massa per una serie di motivi:
    1) è un veterano ed ha commesso un errore da pivello
    2) è tornato in età avanzata suscitando già prima del rientro qualche dubbio, ora certezza
    3) ha vinto 7 titoli e da come si comporta non si direbbe
    4) è strapagato per come sta correndo
    5) non è mai stato corretto ed è chiaro che ora girano il coltello nella piaga: ma perché lui cosa avrebbe fatto nei confronti di un altro pilota che si fosse comportato come lui? (vedi Coultard nell’ incidente con Schumacher)

  9. vincenzo

    10 agosto 2010 at 21:38

    X marcello
    Non hai tutti i torti ma comunque dico sempre che sette titoli non si vincono solo per cu.. o altro,poi che il suo rientro è fuori luogo posso anche darti ragione,era uscito stop.

  10. AlexZR

    11 agosto 2010 at 11:15

    Le critiche se le è meritate per quella manovra, e se Barrichello fosse andato a dargli una mazzata a fine gara si sarebbe meritata pure quella… Direi che è stato decisamente un eccesso di agonismo che da un pilota esperto come lui non ci si aspettava. Ha chiesto scusa e fortunatamente tanto basta visto che non si è fatto male nessuno. E’ un indiscusso campione (in difficoltà) ma probabilmente avrebbe fatto meglio a buttarsi su serie minori se gli “prudevano le mani”…

  11. Zardoz

    11 agosto 2010 at 16:49

    Ma perchè date del piagnone a Barrichello? Se l’ avessero fatta a voi una manovra del genere che avreste fatto?

  12. raffaele

    11 agosto 2010 at 17:44

    credo che Ralf abbia fatto la osa migliore a prendere le difese del fratello maggiore, è raro averlo visto in queste vesti, comunque Schumacherone è un pilota, il migliore degli ultimi dieci anni, quindi tanto di cappello, è stato il campione del mondo per ben sette volte e quindi tutti gli occhi sono rivolti verso di lui,la Formula uno deve ringraziare anche lui se gode di tanto spettacolo..
    manovra rischiosa ma davvero spettacolare, una di quelle manovre che fanno capire quanto un plota ci tenga a no perdere posizioni, Michael era abituato a stare tra i primi tre delle griglia..ora si sente un pesce fuori dall’acqua ma nonostante tutto è un grande!
    RISPETTATE MICHAEL SCHUMACHER E NON FATE I FINI MORALISTI !

  13. strige

    11 agosto 2010 at 23:18

    @ zardoz: io mi sarei bullato del sorpasso e non ci avrei fatto caso alla chiusura di schumy. E’ come quando sei in auto e becchi una lastra di ghiaccio e l’auto va per i fatti suoi, e ti ripeti: “mo sbatto, mo sbatto, mo sbatto” ma alla fine riesci a riprendere il controllo e ti salvi senza nemmeno un graffio alla vettura. Quando mi è successo, la prima cosa che ho detto è stata: “figo”…solo dopo i miei genitori mi hanno detto: “MA SEI UN IDIOTA” ma sinceramente non c’avevo nemmeno pensato che ho rischiato di rompere l’auto. E ci tengo a precisare che ho 26 anni…quindi non sono un esaltato (in senso buono) 18enne amante del freno a mano.

  14. Daniele

    12 agosto 2010 at 09:10

    @Zardoz
    nel mondo delle corse c’è di molto peggio, nelle categorie amatoriali e kart, poi, non ne parliamo nemmeno…

  15. grandprix37

    12 agosto 2010 at 17:17

    @marcello

    1)L’azione era calcolata fino all’ultimo millimetro ed ha fatto capire a Barrichello chi è che comanda ancora nonostante la macchina e chi, pur stando nella stessa squadra, ha vinto cinque titoli mondiali.
    2)Dal punto 1 si ha anche la risposta per il punto 2, infatti ha dimostrato che nonostante tutto ha ancora grinta da vendere, a differenza di qualcun’altro.
    3)I punti 1 e 2 dimostrano che li ha meritati.
    4)Nella F1 non è il primo, non sarà nemmeno l’ultimo.
    5)Vedi punto precedente aggiungendo che Ayrton Senna non era da meno.
    Da tutto ciò si evince che Barrichello era ed è ancora un piagnucolone senza coraggio.
    5)

  16. marcello

    12 agosto 2010 at 19:35

    Per grandprix37:

    Mi sa che non hai risposto alla grande ai miei punti, specie i primi 3. Ma chi fu l’ altro pilota strapagato che tornò dopo una pausa e non raccolse nulla? Lauda? Guarda che lui vinse un mondiale. Riguardo a Senna, rispetto a Schumacher era un gran signore…

  17. Davide

    14 agosto 2010 at 08:10

    Schumacher è stato un grande pilota, ma ha sempre giocato molto sporco in pista. Ci sarebbe parecchio da discutere anche sui 7 titoli, di cui 1 scippato a Damon Hill con una manovra assassina ad Adelaide 94 e almeno 4 vinti grazie ad una superiorità schiacciante della Ferrari sulle altre monoposto, nonchè dalla mancanza di rivali (con il ritiro di Mika Hakkinen l’avversario più pericoloso è diventato Barrichello, fermato spesso da ordini di scuderia e comunque non certo all’altezza del compito).
    Per quel che riguarda il ritorno del Kaiser, dico che la Mercedes con Raikkonen al suo posto sarebbe ben più avanti in classifica … siamo onesti, l’operazione è stato un fiasco totale tanto in termini di risultati quanto di merchandising.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati