Mercedes, Schumacher: “Dispiaciuto per quel testacoda al giro 23”

Mercedes, Schumacher: “Dispiaciuto per quel testacoda al giro 23”

Michael Schumacher è dispiaciuto per il testacoda durante il Gran Premio di Germania, anche se ha detto di essere contento del suo risultato.

Il pilota tedesco della Mercedes ha perso circa 15 secondi quando è andato in testacoda al giro 23 al Nurburgring.

Nonostante ciò, Schumacher ha recuperato fino alla ottava posizione, ma è ancora dispiaciuto per il suo errore.

“Mi ha colto di sorpresa, anche se quel posto è noto per essere difficile in condizioni da bagnato, anche se le condizioni non erano così da bagnato oggi”, ha detto Schumacher.

“Comunque, è evidente che mi è costato alcune posizioni il che e’ un peccato. Verso la fine, la pioggia mi avrebbe potuto aiutare, ma le probabilità erano basse e quindi non contato su di essa.”

“Tutto sommato, una buona gara. Con i miglioramenti che abbiamo fatto, possiamo guardare avanti in Ungheria adesso”.

Schumacher ha chiuso dietro il compagno di squadra Nico Rosberg, che non ha avuto una gara facile: “Ho avuto un buon inizio di gara oggi e dopo il primo giro ero al quinto posto,” ha detto. “Tuttavia non ho avuto un perfetto set-up oggi e la macchina non ha funzionato bene come in qualifica. Ho avuto alcune buone battaglie con Massa, ma nonostante spingessi forte, e’ stato impossibile tenerlo dietro di me.”

“Il settimo posto è OK ma sappiamo che abbiamo del lavoro da fare per massimizzare i nostri ultimi aggiornamenti in gara. Ho una grande squadra dietro di me, sia gli ingegneri che i ragazzi ai box, quindi sono fiducioso che faremo questo e vedremo cosa succederà la prossima settimana in Ungheria.”

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

60 commenti
  1. luca bacci(tifoso ferrari e schumacher)

    25 Luglio 2011 at 10:26

    probabilmente oggi oltre l’ottavo posto non sarebbe andato cmq, quindi annoiato ha pensato ad un modo carino per farsi sorpassare e rendere il suo ottavo posto un po’ più movimentato.
    @ mercedes: dategli una macchina e non un trattore per favore

  2. KingOfPop

    25 Luglio 2011 at 10:41

    Il problema di Schumacher è la qualifica, in gara è sempre molto veloce e se riuscisse a qualificarsi bene finirebbe sempre davanti a rosberg.

  3. Andrea

    25 Luglio 2011 at 11:04

    è davvero imbarazzante quanto è pessima la vettura tedesca..io credo che a livello di sviluppo siano dietro anche alla force india..si salvano solo perchè hanno 2 piloti davvero forti..
    ma io mi chiedo non si vergognano a dare a Schumacher una monoposto così orrida? Un pò di orgoglio!

  4. DARKZOE

    25 Luglio 2011 at 12:23

    ragazzi L’ERRORE CI STA …PERO CHE RIMONTA UN TORO SCATENATO E SECONDO SE AVESSE AVUTO UN 20 DI GIRI A NICO SE LO MANGIAVA FORZA CAMPIONE CHE SORPASSI!!!!!!!!!!!!!!!

  5. schummy

    25 Luglio 2011 at 12:31

    occhio questi sono i giri veloci in gara,
    schumacher 6°tempo mezzo secondo su nico.

    1 3 Lewis Hamilton McLaren-Mercedes 1:34.302
    2 2 Mark Webber RBR-Renault 1:34.468
    3 1 Sebastian Vettel RBR-Renault 1:34.587
    4 6 Felipe Massa Ferrari 1:34.609
    5 5 Fernando Alonso Ferrari 1:34.626
    6 7 Michael Schumacher Mercedes 1:35.628
    7 8 Nico Rosberg Mercedes 1:36.181
    8 10 Vitaly Petrov Renault 1:36.186
    9 4 Jenson Button McLaren-Mercedes 1:36.258
    10 14 Adrian Sutil Force India-Mercedes 1;36.653

    • Kaiser

      25 Luglio 2011 at 12:33

      Mi hai anticipato 🙂

      • schummy

        25 Luglio 2011 at 19:43

        sono veloce come nonno schumy
        eh eh eh

    • francesco (tifoso alonso)

      25 Luglio 2011 at 13:15

      i giri veloci non hanno alcun significato, perchè bisogna vedere con che gomme le fai e con quanto carico di benzina e che usura avevano quelle gomme

      • Ale

        25 Luglio 2011 at 17:30

        si ma allora è proprio spirito di contraddizione porca miseria, scusa ma porca miseria…ma chi sono i primi 5 che hanno fatto i giri veloci???

      • schummy

        25 Luglio 2011 at 19:45

        erano con la stessa strategia di gara

      • SATO

        26 Luglio 2011 at 10:53

        basta andare sul sito formula1.com e vedere che il giro veloce di Schumacher è stato il 49° e quello di Rosberg il 51°

        Io non ho visto la gara, ma se è vero che avevano la stessa strategia presumo che anche le gomme avessero pressappoco lo stesso numero di giri (per il carico di benzina non c’è differenza tra 49° e 51° giro che giustifichi il mezzo secondo, anzi al limite ne aveva meno Rosberg) 😉

  6. Kaiser

    25 Luglio 2011 at 12:32

    Vorrei ricordare a tutti che nella classifica dei giri veloci di domenica Schumi si è piazzato al 6° posto subito dietro alle 2 Red Bull, alle 2 Ferrari e ad Hamilton.. E ha dato ben 6 decimi di secondo al suo compagno Rosberg, Schumi c’è.. se sbaglia è solo perchè sta tirando come un dannato

    • luca bacci(tifoso ferrari e schumacher)

      25 Luglio 2011 at 12:52

      bella li! bravo shumy!

    • francesco (tifoso alonso)

      25 Luglio 2011 at 13:15

      non contano nulla i giri veloci, sopra hai la motivazione..

      • Ale

        25 Luglio 2011 at 17:35

        allora te la metto in un altro modo, vediamo se sei d’accordo così e non ho voglia di cercare i tempi su autosprint…

        Schumacher era semplicemente e sempre più veloce di Rosberg, consumava meno le gomme (perchè ha capito la macchina), e recuperava sempre terreno su Nicolino

        si, è arrivato dietro, ma solo per l’errore sennò lo passava in pista come ha fatto con altri senza problemi

      • francesco (tifoso alonso)

        25 Luglio 2011 at 20:17

        @ale
        se lo passava era da vedere…
        non possiamo parlare con i “se” e con i “ma”..

  7. Ivan27

    25 Luglio 2011 at 13:11

    Il problema di Schumacher è che continua a sbagliare a ogni gran premio ed in maniera imbarazzante, quasi fosse un dilettante…nelle ultime tre corse ha tamponato Petrov e Kobayashi, ieri si è girato da solo…come si fa a giustificarlo sempre??
    Capisco il tifo, ma un po’ di obiettività non guasterebbe!

    • francesco (tifoso alonso)

      25 Luglio 2011 at 13:17

      vero, non serve rischiare di finire sempre la gara in anticipo per prendere 2 punti in più

      • luca bacci(tifoso ferrari e schumacher)

        25 Luglio 2011 at 16:47

        il fatto che rischia vuol dire che non è si accontenta della posizione che ha. e questo è un bene. i piloti che non rischiano fanno poca strada, chi invece rischia significa che ha molte motivazioni e che vuole sempre il massimo. schumy non ha nessuna ottica campionato a lui non cambia prendere due punti in più o meno, lui rischia perchè deve correre sempre al massimo non si acconta mai per questo ha vinto 7 titoli mondiali

      • Ale

        25 Luglio 2011 at 17:36

        faceva così anche nei primi anni in ferrari, uguale, ma poi chi ha avuto ragione?

  8. mikeleke

    25 Luglio 2011 at 13:30

    beh Michael sbaglia solo perchè sa che ormai non puo’ conquistare il mondiale, e a questo punto si permette di spremere all’inverosimile la macchina !!!
    se la macchina fosse perfetta e veloce, col cavolo che vedremmo sti errori……..

    sui tempi sta demolendo Nico, fa delle rimonte pazzesche, partenze mozzafiato e sorpassi da urlo !!!!

    • Ivan27

      25 Luglio 2011 at 16:50

      Sui tempi sta demolendo Nico??? Mah…. i tempi che guardo io sono quelli in qualifica e lì il confronto è 9 a 1 per Rosberg, in gara guardo chi arriva davanti e ad oggi Rosberg ha quasi il 50% in più di punti di Schumacher…..quindi anche quest’anno non c’è assolutamente confronto, il demolito fino adesso è proprio Schummy.
      Aggiungo che considero Rosberg un buon pilota ma niente di più, ce ne sono 7 o 8 meglio o pari a lui, per cui penso che Schumacher è ancora pilota Mercedes perché si chiama Schumacher e basta.

      • Kaiser

        25 Luglio 2011 at 18:26

        Si chiama Schumacher e basta, e dici poco?? Te ti chiami Ivan e chi sei?? Che ragionamenti fate non capisco… l’unica pecca di schumacher è la qualifica..rosberg è più veloce.. in gara NO, Schumacher ha totalizzato DUE ritiri, e vari problemi tecnici.. esempio problemi a kers e drs a inizio stagione che hanno compromesso varie prove.. a rosberg non è successo NULLA.. la macchina, seppur marcia, non ha avuto i problemi che aveva quella del kaiser.. io sono obbiettivo, in qualifica meglio rosberg, ma in gara ormai non c’è piu storia…

      • Kaiser

        25 Luglio 2011 at 18:28

        Dimenticavo Ivan:
        Non credevo che dai tempi della qualifica ci si aggiudicasse la gara.. dal tuo ragionamento i tempi in gara non contano nulla.. contatta la FIA e fai abolire i tempi in gara che non contano nulla.. sono solo li a caso.. mah

  9. luca bacci(tifoso ferrari e schumacher)

    25 Luglio 2011 at 16:49

    chi non rischia col cavolo che vince 7 titoli mondiali!

  10. Kaiser

    25 Luglio 2011 at 18:21

    I tempi sul giro non contano nulla?? Ma cosa dici Francesco?? senza i tempi fatti da alonso non sarebbe arrivato 2°.. cosa centrano l’usura degli pneumatici?? Nico e Schumi facevano soste uno dopo l’altro quindi le gomme erano tali e quali per tutti e 2!! A Schumacher non gliene frega nulla di arrivare 7° o 8°.. lui cerca il rischio per fare MOLTO di più di arrivare a metà gruppo.. chi non rischia non vince nulla.. guarda NICO, 99 gare senza mai rischiare nulla sempre nell’anonimato, ed infatti ha totalizzato 0 pole e 0 vittorie.. se Schumi avesse la RB o la McLaren o la Ferrari starebbe molto più tranquillo e di certo non rischierebbe.. Sta tentando di fare di piu, per il momento in termini di classifica ha ragione Rosberg, ma in termini di velocità, di sorpassi, e di grinta non c’è paragone!

    • schummy

      25 Luglio 2011 at 19:41

      quotissimo
      i tempi in gara danno il reale potenziale di un pilota mentre il giro secco in qualifica è un exploi( si scrive così?) che non può essere tenuto in gara.
      I 6 decimi di differenza sono reali perche hanno usato la stessa strategia.

    • francesco (tifoso alonso)

      25 Luglio 2011 at 20:20

      ok kaiser, io la sto vedendo in modo obbiettivo, tu ancora no…, e ti dico che alla fine carta canta…

      • Kaiser

        25 Luglio 2011 at 23:19

        Carta canta? Se Alonso avesse avuto le sfighe che ha massa ultimamente, sarebbe stato molto più indietro.. nella F1 come in tutti gli sport, conta anche la fortuna.. Schumacher per ora non ne ha! Ti darei ragione se arrivasse 20mo ogni gara, o i tempi fossero imbarazzanti.. ma qui stiamo parlando di un pilota vivo.. lo sta dimostrando.. non è questione di obbiettività, è questione di REALTA’!! Stesse gomme, stesso carburante.. schumi gira mezzo secondo piu forte in gara.. è un DATO.. non una SUPPOSIZIONE!

  11. Lu

    25 Luglio 2011 at 19:40

    Schumacher probabilmente è stato il miglior pilota di F1, e probabilmente è il miglior pilota quarantenne che ci sia mai stato. Però secondo me non potrà mai più competere con i piloti che attualmente sono nelle prime 4 posizioni in classifica (a meno che non gli diano tipo una Brown come aveva Button).
    E questo non lo dico per sminuire il suo talento, ma perchè è una questione puramente fisiologica. Il rischio invece che corre, correndo ancora (scusate il gioco di parole), è che diventi patetico come quelle donne anziane che continuano a truccarsi e a vestirsi come fossero ventenni.
    E adesso giù voti negativi, grazie.

    • schummy

      25 Luglio 2011 at 19:53

      Mi dispiace ma prima di darti un pollice giù
      dico che secondo me non è superiore in questo momento ma sicuramente è allo stesso livello dei primi 4, il vero problema è la macchina che comunque sta crescendo e la mancanza di test con i quali schumacher costruiva l’auto su se stesso.
      Detto ciò lo vedo in crescita come feeling con la macchina e penso che lo vedremo a podio entro la fine stagione.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

News F1

F1 | Il GP d’Italia 2020 sarà a porte chiuse

Il sindaco di Monza ha inoltre annunciato la permanenza dell'Autodromo brianzolo nel Circus fino al 2025
Il Gran Premio d’Italia 2020 si svolgerà ma senza quella cornice di pubblico che lo rende un appuntamento magico. Il