Massa: “Spero che il mio campionato 2012 inizi a Monaco”

Il brasiliano spera in un nuovo inizio a Monte Carlo

Massa: “Spero che il mio campionato 2012 inizi a Monaco”

E’ stato un paddock più rilassato del solito quello che a Monaco ha ospitato, all’interno della media unit della Ferrari la conferenza stampa pre-prove libere. Dopo due anni in cui dover correre da Barcellona per organizzare il lavoro nel paddock più piccolo dell’intero calendario, quest’anno le squadre hanno potuto predisporre con calma tutte le loro strutture di gara, come avvenuto in Spagna, e il GP di Monaco ritorna a presentarsi dopo una quindicina di giorni.

Per Felipe Massa, andare al lavoro oggi ha richiesto un tragitto molto breve dal suo appartamento. “Spero che questo weekend si possa considerare il punto d’inizio del mio campionato 2012”, ha dichiarato il brasiliano alla domanda sulle difficoltà incontrate nelle cinque gare di apertura.

“Tanto più che questa la considero davvero come la mia seconda gara di casa, dato che vivo qui gran parte dell’anno. Quindi, mi auguro che questo fine settimana vada meglio rispetto alle gare precedenti. Questa è una gara diversa da quasi tutte le altre, ad eccezione di Singapore, che è un po’ simile, e quindi spero che questo possa essere un nuovo inizio per me. Ho vissuto alcuni momenti difficili nella mia carriera e forse l’inizio di questa stagione è stato il più difficile finora. Quindi, abbiamo bisogno di uscire da questa situazione e ritornare nella giusta direzione: è su questo che mi sto concentrando. Ho dovuto fare i conti con l’aspetto tecnicodel problema che ne genera poi anche uno mentale , in quanto non è facile affrontare questa situazione. Però, se viene risolto il primo, allora è più facile risolvere anche l’altro”.

Riguardo alla richiesta di fare una panoramica della stagione e alla domanda se una squadra sia favorita sulle altre, il pilota brasiliano della Ferrari ha ammesso di non avere ancora un quadro chiaro della situazione.

“Normalmente le migliori monoposto sono in testa ma, al momento, è difficile essere sicuri di quali siano esattamente le più forti. Al momento, è difficile dire quale vettura sia in grado di conquistare il maggior numero di punti in gara. Questo perché ci si può aspettare che la situazione cambi spesso da un tracciato a un altro, dato che abbiamo constatato che vetture che sarebbero dovute andare forte quest’anno su alcune piste non hanno rispettato le attese. Di solito, dopo un paio di gare, un campionato inizia a prendere forma e si può capire in che direzione stia andando. Ma quest’anno è molto più difficile avere un quadro chiaro”.

Per quanto riguarda questo fine settimana, Felipe è stato altrettanto cauto nella valutazione delle aspettative riguardo la F2012: “Se diamo per assodato che due dei punti deboli della F2012 – nonostante i miglioramenti apportati – sono la trazione e la velocità massima, allora almeno la velocità massima non rappresenta un problema su questo lento circuito cittadino, un fattore che per noi può essere d’aiuto”, ha dichiarato. “Come al solito, dobbiamo aspettare e vedere cosa succede durante le prove prima di capire la situazione”.

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

44 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati