Ferrari, Alonso: “Sono d’accordo con il Presidente, tocca a noi”

"Speriamo di riuscire a fare una buona gara qui a Monaco"

Ferrari, Alonso: “Sono d’accordo con il Presidente, tocca a noi”

Fernando Alonso ha vinto due volte qui nel Principato e, quando ha incontrato la stampa nell’area hospitality della Ferrari, questo pomeriggio, si è mostrato chiaramente ottimista. Per prima cosa, gli è stata chiesta un’opinione riguardo alla lettera aperta che, all’inizio di questa settimana, Luca di Montezemolo ha rivolto a tutti all’interno della Ferrari.

“Il nostro Presidente ha parlato delle nostre possibilità e vuole sempre motivare tutti all’interno della Ferrari”, ha esordito il pilota spagnolo. “Sappiamo di non essere stati così competitivi nelle prime cinque gare ma abbiamo lo stesso ottenuto punti sufficienti per guadagnare una buona posizione e lottare per il titolo. Sono completamente d’accordo con il Presidente, tocca a noi. Se facciamo un buon lavoro per migliorare la vettura e renderla più veloce, abbiamo una possibilità, ma se non lo facciamo e non siamo abbastanza veloci, allora non riusciremo mai a vincere il campionato quest’anno. È una motivazione per tutti in Ferrari sapere che, nonostante la brutta partenza, abbiamo questa possibilità. Ognuno in fabbrica sta dando il 100% e spero che questo possa funzionare”.

Fernando ha spesso una visione molto personale sulle gare e le sue opinioni su questa, che è la gara più famosa, non sono certo simili a quelle dei suoi colleghi piloti. “Non credo che la pista sia particolarmente difficile o interessante rispetto ad altri circuiti cittadini, come Singapore, o a piste incredibili come Spa o Suzuka, dove davvero puoi goderti il giro”, ha iniziato. “Qui non si tratta di un piacere in termini di guida, ma è l’intero fine settimana che è fantastico, in termini di atmosfera, pubblico, paddock e corsia dei box. È veramente unico in ogni modo, essendo la gara più prestigiosa e glamour del calendario, con tanta storia alle spalle. Qui hai un contatto più stretto con i tifosi, cammini nel paddock, puoi incontrare così gli appassionati e poi ci sono anche numerosi eventi con gli sponsor, che approfittano delle opportunità uniche che questo posto offre. Ogni volta che vedi una pubblicità in qualsiasi parte del mondo, come i videogiochi per esempio, questa offre sempre un’immagine di Monaco, una vettura che ne passa un’altra nel tunnel. La pista è quindi il fattore meno importante del Gran Premio di Monaco, dato che tutto ciò che ruota attorno ad esso riveste un’importanza maggiore. A tutti noi piace vincere proprio per questo, perché vincere almeno una volta nella tua vita qui a Monaco è qualcosa che viene ricordato per sempre. Speriamo di riuscire a fare una buona gara qui e ottenere quindi i punti necessari per accogliere le nostre speranze per il campionato. Si potrebbe sognare anche un po’ di più e prendere in considerazione la vittoria: se così fosse, saremo davvero molto felici, in primo luogo perché è da molti anni che la Ferrari non vince a Monte Carlo e, da un punto di vista personale, potrei diventare l’unico pilota a vincere qui per tre squadre diverse. Ho un contratto a lungo termine con la Ferrari, quindi, anche se questo non accadrà quest’anno, so che prima o poi succederà”.

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

27 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati