Marchionne: “Alfa Romeo in F1, il progetto è vero”

Il biscione tornerà ai GP dopo aver fatto cassa con Giulia e Stelvio

Marchionne: “Alfa Romeo in F1, il progetto è vero”

Sergio Marchionne è tornato a parlare del possibile ritorno di Alfa Romeo in Formula 1. Il presidente della Ferrari e CEO di FCA ha confermato che il progetto è vero e sarà portato avanti se il marchio di Arese continuerà ad ottenere buoni risultati commerciali con i nuovi modelli Giulia e Stelvio.

“All’Alfa in F 1 non rinuncio. E’ un progetto vero. Il marchio deve far cassa con la Giulia e il suv Stelvio, poi andremo avanti con i GP, in sinergia con la Ferrari” ha dichiarato Marchionne alla tradizionale cena di Natale in Ferrari con i giornalisti. Come ipotizzato nei mesi scorsi si tratterà comunque di un ritorno nella categoria regina attuato con sinergie tecniche con la Ferrari.

Rendering: DanSanfy13

Marchionne: “Alfa Romeo in F1, il progetto è vero”
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

10 commenti
  1. W_IL_TURBO

    19 dicembre 2016 at 22:51

    Beh…come livrea nn e´affatto male…!

  2. mluder

    20 dicembre 2016 at 08:08

    Io non ci credo nemmeno se me la ritrovo in pista già il prossimo anno!!!

  3. lucaraikkonen

    20 dicembre 2016 at 13:27

    Non c’è la forza economica per farlo. È evidente che anche fossero buone le vendite di Alfa Romeo per finanziare o acquistare un vero e propio team servono molti soldi e se si conprasse un piccolo team in difficoltà sarebbe anche controproducente vedere un Alfa in ultima fila. Cioè se toro rosso e manor sono ultime a redbull e Mercedes cambia poco ma se Alfa è ultima non è l’ideale per l’immagine di una casa automobilistica..
    Per quanto riguarda il semplice marchio Alfa sui motori Ferrari ovviamente costerebbe meno 😉 ma non avrebbe senso.

  4. Actarus

    20 dicembre 2016 at 13:27

    Sembra quasi un ricatto: comprate le macchine e io vi riporto l’Alfa Romeo in F1. Calcolando che per forza di cose prima deve risanare i conti in rosso della suddetta, la F1 dovrà aspettare non poco e comunque lui fra un paio d’anni dovrebbe andarsene (l’ha detto lui..) quindi la decisione spetta al prossimo presidente.

  5. lucaraikkonen

    20 dicembre 2016 at 16:49

    E poi non si può dire Alfa in F1.. sarebbe una Ferrari B, non sarebbe mai un team completamente autonomo, si tratta di un gruppo, avere 2 case dello stesso gruppo nella stessa categoria non ha senso. Vuol dire spendere soldi per 2 team che fanno capo allo stesso presidente. Quando l’Alfa era in F1 c’era perché era un contendente della Ferrari. Sarebbe come far correre nei rally la lancia e la Fiat. Se fanno parte dello stesso gruppo dov’è il senso? Non ci saranno mai abbastanza soldi per far vincere entrambi. In chiusura diciamo è solo una bella battuta. E poi non penso dovrebbero essere le vendite a finanziare la F1 ma il contrario, la F1 dovrebbe aiutare le vendite… in teoria.

  6. .. non è normale

    20 dicembre 2016 at 17:52

    E’ perchè non lasciare la Ferrari in F1 e l’Alfa a fare le p1 nelle endurance ?

  7. lorenzo biundo

    20 dicembre 2016 at 21:41

    perchè non riporti anche la lancia nel mondo dei rally e la giulia la fai gareggiare in dtm?

    • Roberto300

      21 dicembre 2016 at 11:57

      Perchè il gruppo FCA (Fiat) non e più al’altezza a livello mondiale.

      Chi compra ancora una macchina italiana per
      200 macchine tedesche vendute FCA ne vende 1

  8. Roberto300

    21 dicembre 2016 at 11:55

    Di sicuro il progetto Alfa Romeo farà schifo come il tuo progetto Ferrari

  9. peppe.rog

    14 gennaio 2017 at 16:34

    Se non ci fosse un buon progetto non credo che Vettel e Kimi sarebbero rimasti in Ferrari.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

News F1

F1 | Giovinazzi fiducioso per il 2020

"Se continuerò a fare bene, nessuno prenderà il mio posto"
Il pilota di Martina Franca crede che quello che ha fatto finora, sia abbastanza per assicurarsi il sedile Alfa Romeo