La Ferrari si arrende alla Mercedes: “Impossibile lottare per il titolo”

Delusione per la Ferrari al Montmelò ma il Team Principal ha rifiutato di dare colpe specifiche

La Ferrari si arrende alla Mercedes: “Impossibile lottare per il titolo”

Nonostante il positivo avvio di stagione, la Ferrari, dopo il Gran Premio di Spagna, non può sorridere. Se il Cavallino Rampante era convinto di portare in pista, per la prima gara europea, alcuni aggiornamenti che avrebbero potuto permettergli di lottare, quasi ad armi pari, con la Mercedes, gli sforzi sembrano essere stati vanificati. In Spagna, a dominare sono state le Frecce d’Argento, tanto che, invece di trovarsi nel 2015, sembrava chiaramente di essere tornati a un anno fa.

Al Montmelò una Ferrari, quella di Sebastian Vettel, è salita sul podio, ma accusando un distacco di 45 secondi dal vincitore della gara, Nico Rosberg. La SF15-T non ha dimostrato di poter impensierire minimamente la Mercedes, tanto che lo stesso Team Principal della Rossa, Maurizio Arrivabene, ha dovuto ridimensionare le speranze degli appassionati: “Lottare per il Mondiale è troppo, ho detto che avremmo potuto vincere delle gare e questo si può fare lavorando duramente – ha continuato – Non mi interessa che in Spagna Seb è arrivato a podio, quello che mi interessa è il distacco dagli avversari”.

Arrivabene ha rifiutato di dare una colpa specifica per questa battuta d’arresto, ma è sicuro che a Maranello si tornerà a lavorare duramente per recuperare dalla Mercedes: “Non voglio puntare il dito contro la velocità, l’aerodinamica o il motore. Abbiamo bisogno di calma per analizzare la situazione e prendere decisioni future – ha continuato – Dobbiamo migliorare. È chiaro che nell’ultimo settore perdavamo mezzo secondo rispetto alla Mercedes, ma ora dobbiamo metterci a un tavolo per capire come estrapolare tutto il potenziale dall’attuale pacchetto”.

Eleonora Ottonello
@lapisinha

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

7 commenti
  1. AntonioX

    12 Maggio 2015 at 11:27

    “La Ferrari si arrende alla mecedes …” … Veramente nessuno alla Ferrari ha mai detto che avrebbero lottato per il mondiale, che l’obbiettivo era il 2° posto. Detto, ridetto e straridetto …
    Siete duri di comprendonio

  2. morriss

    morriss

    12 Maggio 2015 at 12:02

    come ho gia detto oramai neanche il terzo posto soddisfa piu, e cio è normale viste le ambizioni del cavallino, ma non si fanno i miracoli. Sono sulla strada giusta magari vinceranno ancora delle gare ma bisogna essere realistici ed obbiettivi, la mercedes è molto avanti e sicuramente vincera il titolo ma quanto meno la ferrari ha recuperato rispetto allo scorso anno e potra prepararsi al prossimo con 1 divario minore rispetto al passato. Poi alla fine è sempre giusto che vinca il migliore. Bisogna essere sempre sportivi e non solo tifosi!!!

    • stefanoabbadia

      12 Maggio 2015 at 14:16

      una mia opinione:
      La Ferrari lo scorso anno e dopo le prima gare in cui sono emersi tutti i limiti ha rinunciato ad ogni sviluppo immediato, complice anche il regolamento che impediva di fatto modifiche importanti alla PU.
      premesso questo è parso evidente che nella seconda parte del campionato le performance sono andate sempre calando….
      E’ evidente che quando ti prendi 2 secondi al giro è abbastanza facile (si fa per dire) recuperare il primo secondo…ed è quello che è stato fatto nell’inverno portando avanti sviluppi telaistici ed aerodinamici già studiati nell’estate..e preparando un motore già concepito da Ing. Marmorini a fine Giugno.
      Recuperare l’altro mzzo secondo costa il doppio delle precedenti difficoltà..e il difficile arriva quando vuoi recuperaregli ultimi decimi..quelli si che sono difficili…

      La F1 costa soldi..tanti…e con la crisi attuale tanti team sono andati “sotto” e anche team che lo scorso anno eano davanti alla Ferrari..ora avendo potuto investire meno..sono dietro…logica conseguenza..l’acqua al sole si scalda…nulla di nuovo.
      La Ferrari in spagna ha mostrato il suo limite e la Mercedes..pur senza portare grandi sviluppi (poco e nulla) ha mostrato parte del suo vantaggio..non tutto…

      gli altri sono assenti..il distacco alla fine…è cambiato di poco rispetto allo scorso anno…siamo obiettivi..la pista ha parlato chiaro!!!!
      Arrivabene grande persona…nulla a che vedere con Matteacci che di F1…zero..ha fatto solo disastri che ora si pagano..
      Forza Ferrari…un paio d’anni e ce la si potrà fare…

  3. lucaraikkonen

    12 Maggio 2015 at 12:50

    Effettivamente è gia stupendo essere sempre a podio e gia con una vittoria, pensando a un 2014 con 2 soli podi. Per cui calma e sangue freddo. O vogliono gia licenziare qualcuno??

  4. Controaltare

    12 Maggio 2015 at 13:59

    Il caldo eccezionale della Malesya aveva illuso più di qualcuno che la ferrari potesse lottare ad armi pari con la Mercedes, nonostante tutti avessero detto che si era trattato di un episodio sporadico legato al caldo e alle gomme…
    Così era infatti, ma forse anche all’interno della Ferrari più di qualcuno si era illuso, pensando di aver raggiunto la Mercedes…

  5. ILLINOISF1

    12 Maggio 2015 at 17:47

    Al di la del fatto che cmq il distacco dal Mercedes non è 45 sec, ma secondo me oltre il minuto, visto che vettel ha tirato al msmassimo, x era in competizione con Lewis, invece rosberg che e arrivato primo ha solo controllato la gara. Detto questo dico anche che tutti noi.. sognavammo di lottare x il mondiale, ma che ci si credeva poco a questo. Cmq sognare e credere con un vettel cosi non è illecito.

    • Marcocelli

      12 Maggio 2015 at 23:27

      Al solito non capisci una mazza di F1
      Quando sei in lotta per difendere la posizione perdi solo tempo.
      Questo comunque non toglie che la Ferrari è da oltre 1 minuto di distacco, ovviamente non visto perché a nessuno interessa mostrare la massima espressione della propria competitività

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati