Kobayashi: “Sakhir è una pista bellissima”

I piloti della Sauber vanno in Bahrein convinti di fare una bella gara

Malgrado non vi abbiano mai gareggiato in F1, Kobayashi e Perez hanno già vinto sulla pista di Sakhir in GP2 e conoscono il tracciato
Kobayashi: “Sakhir è una pista bellissima”

La Sauber, archiviato un GP di Cina partito bene ma concluso in modo deludente, pensa già alla gara di domenica prossima in Bahrein.

Kamui Kobayashi adora la pista del paese mediorientale: “Quello del Bahrein è uno dei miei circuiti preferiti, il tracciato è veramente bello”, ha detto il giapponese. “Mi piacciono anche le alte temperature ambientali, sembra di essere in estate. Lo scorso anno non abbiamno però corso, quindi dobbiamo immaginare come saranno le condizioni della pista, forse sarà molto scivoloso all’inizio. Saremo sulla versione corta della pista, dove non ho mai gareggiato con una vettura di Formula Uno. Tuttavia, ho effettuato molti giri nei test con la Toyota, e vi ho corso in GP2, quindi conosco bene la pista . Noi, ovviamente, dovremo essere preparati per essere sicuri di poter dare il massimo”, ha terminato Kobayashi.
Sergio Perez, l’altro alfiere della Sauber, non ama così tanto la pista di Sakhir: “Non ho mai gareggiato con una vettura di Formula Uno in Bahrein, ma ho dei bei ricordi legati a quel circuito perché vi ho ​​vinto una gara di GP2 nel 2008”, ha spiegato il messicano. “Quella era la sola e unica volta che ho corso qui fino ad ora. Direi che è un circuito stop-and-go e credo che il degrado del pneumatico posteriore possa essere molto elevato. Nel complesso ritengo che la nostra squadra abbia una buona forma e dobbiamo fare in modo che anche lo conservi per il prossimo weekend di gara successivo”, ha concluso Perez.

Lorena Bianchi

Leggi altri articoli in Focus F1

Lascia un commento

12 commenti
  1. Maria

    16 Aprile 2012 at 12:46

    noo!! Kobayashi é impazzito ahahahaha
    Oltretutto, con tutti i rischi che ci sono, la pista mi sembra l’ultima cosa a cui pensare….

  2. Gianluca RB

    16 Aprile 2012 at 12:47

    ahh si?

    • Maria

      16 Aprile 2012 at 13:06

      contento lui 😉

      • suhg

        16 Aprile 2012 at 18:48

        tuuta pubblicità per far pensare non ci siano problemi

  3. ma_du_78

    16 Aprile 2012 at 13:49

    Maria da quello che vedi alla realta’ c’è una bella differenza credimi..
    il samurai sa sempre cosa dice e cosa fa’…

    • Maria

      16 Aprile 2012 at 14:05

      io so che ad una trasmissione di Italia 1 hanno detto che le macchine (di piloti e team) dovranno spostarsi dagli hotel al circuito senza contrassegni ufficiali per evitare di essere riconosciuti come appartenenti alla F1.
      Se a te pare bello…
      PS: come mai Kobayashi non ha mai corso in Bahrein? nel 2010 si é corso se non erro, e Kobayashi era già in Sauber!

      • piero

        16 Aprile 2012 at 15:03

        caxxate… 🙂

  4. エマニュエル

    16 Aprile 2012 at 14:25

    Oddio bellissima…

    • suhg

      16 Aprile 2012 at 18:49

      ecco c’è proprio poco poco di meglio diciamo 🙂

  5. Alpha

    16 Aprile 2012 at 17:43

    mmm a me non fa nè caldo nè freddo il Bahrain, però lo voglio dire, il tracciato non è orribile. La configurazione del 2010 lo era, ma quella dal 2004 al 2009 non è da buttare secondo me!

    • suhg

      16 Aprile 2012 at 18:54

      si ma è il classico circuitino stile estoril,losail o hungaroring che sono progettati sull’unico rettilineo con la staccanotona e il misto è un insieme di curve molto no-sense che non sono nè molto spettacolari nè favoriscono i sorpassi.
      mi chiedo cosa ci voleva a fare una curvone in mezzo al guidato con un piccolo rettineo. non si può nemmeno dire che c’erano problemi di spazio (in mezzo al nulla e tra l’altro senza montagne) o di pubblico (che non c’è)

      • Alpha

        16 Aprile 2012 at 20:46

        Ti do ragione su tutto, però questo come tilkodromo è meglio rispetto agli altri 🙂

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati