Formula 1 | Ferrari, Binotto carica la squadra in vista del Bahrain: “Ci aspettiamo di vedere l’effetto delle correzioni che abbiamo fatto”

"In Bahrain, come squadra, dovremo assicurarci di aver compreso e rettificato le aree in cui eravamo deboli in Australia", ha rivelato il Team Principal

L'Ingegnere italo-elvetico si è detto ottimista in merito al prossimo week-end mondiale a Sakhir, sottolineando come la squadra abbia analizzato e compreso la prestazioni messa in mostra a Melbourne
Formula 1 | Ferrari, Binotto carica la squadra in vista del Bahrain: “Ci aspettiamo di vedere l’effetto delle correzioni che abbiamo fatto”

Dopo la disastrosa domenica australiana, Ferrari è pronta a sfidare la Mercedes nel prossimo Gran Premio del Bahrain, secondo appuntamento di questo mondiale 2019 di Formula 1.

Parlando ai microfoni del sito ufficiale della Scuderia di Maranello, infatti, Mattia Binotto è tornato sulle imperfezioni che hanno contraddistinto il week-end del team italiano in Australia, sottolineando come tutta la squadra, piloti compresi, abbiano ben capito cosa non ha funzionato correttamente all’Albert Park.

Proprio in tal senso, durante il prossimo fine settimana in medio-oriente, stampa e tifosi dovrebbero ammirare una SF90 più simile a quella vista a Barcellona, con Vettel e Leclerc vicinissimi alla Mercedes e in grado di poter dire la propria in ottica vittoria.

“Il circuito di Sakhir ha caratteristiche molto diverse da quelle australiane, con la trazione e la frenata fattori chiave”, ha detto il Team Principal della Rossa a Ferrari.com. “In Bahrain, come squadra, dovremo assicurarci di aver compreso e rettificato le aree in cui eravamo deboli in Australia. Durante il primo weekend della stagione, infatti, non siamo stati in grado di sfruttare appieno il potenziale della nostra auto”.

Sul lavoro svolto in fabbrica ha aggiunto: “In Bahrain, ci aspettiamo di vedere l’effetto delle correzioni che abbiamo fatto, anche se siamo ben consapevoli che i nostri concorrenti saranno ancora una volta molto forti. In ogni caso no vediamo l’ora di tornare in pista per affrontarli”.

Leggi altri articoli in Ferrari

Lascia un commento

4 commenti
  1. puppiful

    25 Marzo 2019 at 19:10

    Vediamo se davvero hanno capito i motivi della debacle canguriana, io ho i miei dubbi infatti mi aspetto un altra bastonata non solo dalle Mercedes ma pure dai bibitari austriaci! Quando una macchina nasce bene è competitiva su ogni circuito e con ogni condizione metereologica, il resto è fuffa

  2. Raphael

    25 Marzo 2019 at 19:58

    Bla… bla… bla….
    Concordo con Puppiful, è fuffa.
    Cosa vogliono correggere? Hanno beccato 7/10, (diconsi “S E T T E !”).
    Sono convinto che se la Ferrari recupera questo abisso è perché hanno chiesto a Mercedes di non uccidere lo spettacolo (e i guadagni).

  3. idrija

    25 Marzo 2019 at 20:29

    Speriamo che saremo competitivi….a Ferrari manca un simulatore Mercedes per 100 milioni….le loro macchine sono a posto gia dai primi minuti sulla pista! Su ogni pista!

  4. Saverio

    26 Marzo 2019 at 07:31

    Anch’io sono pessimista, ma diamogli un’altra possibilità

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati