GP Malesia, Rosberg: “Era importante salire sul podio in ottica mondiale”

Il tedesco è riuscito ad andare a podio dopo una rimonta dall'ultima posizione

GP Malesia, Rosberg: “Era importante salire sul podio in ottica mondiale”

Dopo un inizio veramente sfortunato, il Gran Premio della Malesia di Nico Rosberg si è rivelato essere migliore del previsto, con il suo diretto rivale per il titolo, Lewis Hamilton, costretto al ritiro.

Sicuramente ad aver influito negativamente è stato il contatto alla prima curva, in cui l’incolpevole Nico è stato centrato da Sebastian Vettel: “Sebastian fuori controllo, è andato dentro alla prima curva troppo forte” – è stato il commento del pilota della Mercedes -. “Era un missile all’interno infatti non ha tenuto. Mi ha rovinato la gara. Ma io ho lottato dando tutto ciò che avevo per recuperare posizioni”.

A complicare ulteriormente la gara del tedesco ci si è messa anche una penalità di dieci secondi per un contatto con l’atro Ferrarista, Kimi Raikkonen. Fortunatamente per lui, la penalità non ha cambiato il risultato della corsa: “Bella lotta con Kimi. Sono stato molto aggressivo andando all’interno ma non pensavo che mi dessero la penalità ma alla fine me l’hanno data. Però, in fondo, non è cambiato il risultato e mi bastava per fare terzo ed è stata una buona rimonta” è stato il commento di Rosberg..

In ottica mondiale il pilota della Mercedes ha compiuto un balzo importante in avanti, portando il vantaggio sul suo compagno di squadra a 23 punti: “Era importante salire sul podio in ottica mondiale, quindi mi tengo stretto questo terzo posto” ha poi concluso il tedesco.

Gianluca D’Alessandro

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

1 commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati