disattiva

Formula 1 | Tsunoda a Silverstone per riscattare il clamoroso ritiro di Montreal

Il giapponese mira alla zona punti in Gran Bretagna

Formula 1 | Tsunoda a Silverstone per riscattare il clamoroso ritiro di Montreal

Obiettivo riscatto per Yuki Tsunoda nel prossimo Gran Premio di Gran Bretagna, decimo appuntamento del mondiale 2022 di Formula 1. Dopo il pesante ritiro di Montreal, arrivato in modo rocambolesco in uscita dalla pit lane, il giapponese vuole tornare a battagliare per le posizioni all’interno dei primi dieci, aspetto che permetterebbe alla squadra di rimettersi in corsa per il quinto posto nel costruttori attualmente in mano alla Alpine. Tsunoda, ricordiamo, non ha ancora un contratto con la Scuderia AlphaTauri per il 2023, fattore che ovviamente dovrà spingerlo a dare il massimo nei round che anticiperanno la pausa estiva prevista per i primi di agosto.

“Ripensando all’ultimo round, mi sono goduto la mia prima volta in Canada e mi è piaciuta davvero la città di Montreal”, ha rivelato il nipponico. “In pista però abbiamo avuto un altro fine settimana piuttosto difficile. Il passo c’era ed ero abbastanza soddisfatto della mia prestazione che ritenevo migliore rispetto all’Azerbaijan, però ho dovuto scontare una penalità per il motore. Sapevo fin dall’inizio che sarebbe stata una gara complicata, ma devo considerarla come un’altra esperienza di apprendimento. Adesso conosco la pista di Montreal, sulla quale non avevo mai corso prima”.

“La settimana appena trascorsa è stata piuttosto impegnativa”, ha proseguito. “Mi sono concentrato sull’allenamento fisico, che è estremamente importante con un’agenda così fitta di impegni. Domenica sono andato a San Marino per la Red Bull SoapBox Race. Non avevo mai preso parte a una gara del genere ed è stato davvero divertente valutare i diversi partecipanti. Il team aveva persino una SoapBox con un design che somigliava al mio casco! Dopo aver premiato i vincitori, sono volato in Regno Unito per prepararmi al simulatore in vista di Silverstone e Red Bull Ring. Conosco bene Silverstone, ci ho corso per la prima volta nel 2019 in Formula 3, andando a punti in una delle gare. L’anno successivo, in Formula 2, abbiamo disputato quattro gare in due weekend e ho ottenuto il terzo posto nella prima Feature Race e ho vinto la seconda Sprint Race. L’anno scorso, invece, ho ottenuto il punto del decimo posto. Ricordo che c’era un’atmosfera grandiosa, con un pubblico davvero numeroso. Sento che questa è una pista in cui posso far bene”.

“Non vedo l’ora di affrontare questo tracciato veloce e old-school al volante di queste nuove auto. Le macchine saranno un po’ più lente dell’anno scorso, ma andremo su tempi sul giro simili a quelli visti in passato. Sulla base di quanto visto in Azerbaijan, quest’anno potrebbe essere un po’ più facile sorpassare a Silverstone rispetto al passato. Il nostro obiettivo, come al solito, è cercare di entrare in Q3 sabato e poi andare a punti; potrebbe essere una gara difficile per il nostro attuale pacchetto, ma girare nelle libere senza problemi ci potrebbe aiutare”, ha concluso.

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati