Formula 1 | Renault, Jack Aikten promosso al ruolo di terzo pilota

Artem Markelov, invece, sarà il nuovo "development driver" della scuderia francese

Formula 1 | Renault, Jack Aikten promosso al ruolo di terzo pilota

Dopo aver svelato la livrea della R.S.18, la Renault ha annunciato la promozione di Jack Aikten nel ruolo di terzo pilota. Il 22enne britannico, dal 2016 iscritto al programma giovani piloti della scuderia francese, è reduce dal 2° posto ottenuto nel campionato di GP con l’ART Grand Prix: sempre con lo stesso team, nel 2018 gareggerà in Formula 2. “Jack è stato allevato nella Renault Sport Academy, quindi abbiamo seguito il suo sviluppo negli ultimi due anni” – ha dichiarato il Managing Director Cyril Abiteboul. “È chiaro che è un pilota giovane e di talento ed è pronto per questa opportunità. Ha una stagione intera in Formula 2 davanti a sé ed in contemporanea potrà proseguire i suoi impegni in Formula 1. Questo è l’ambiente perfetto per raggiungere i suoi obiettivi: siamo ansiosi di vederlo in azione”.

Aitken ha accolto con grande entusiasmo la notizia: È incredibile per me assumere il ruolo di terzo pilota. Il tutto non è ancora stato elaborato, ma ho intenzione di intensificare il mio coinvolgimento nella squadra. Nel corso del primo test di Barcellona tutto comincerà a sembrare più reale”.

La Renault, inoltre, ha deciso di affidare ad Artem Markelov il ruolo di “devolpment driver”: “Sarà una stagione piena, in cui guardare ed imparare” – ha dichiarato il 23enne russo, pronto ad affrontare la sua quinta stagione in Formula 2 con il team Russian Time. “Quando arriverà il momento di guidare un auto di Formula 1, sarò preparato. Aiuterò anche il team in fabbrica con il lavoro al simulatore, così da accelerare lo sviluppo della Renault R.S.18. Dovrò capire rapidamente la macchina ed adattarmi al meglio per aiutare me stesso e il team. Ogni giorno cercherò di imparare qualcosa di nuovo e di migliorare”.

Federico Martino

Formula 1 | Renault, Jack Aikten promosso al ruolo di terzo pilota
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati