Formula 1 | Red Bull, Verstappen cauto in vista del Bahrain: “Ripartiremo tutti da zero”

"Iniziare la stagione con un podio in Australia è stato davvero positivo, ma Melbourne non è un circuito tipico", ha dichiarato l'olandese

L'alfiere della scuderia austriaca ha preferito non dare troppo per scontate le prestazioni della RB15, sottolineando come le caratteristiche del Sakhir siano profondamente diverse rispetto a quelle del circuito bahrenita
Formula 1 | Red Bull, Verstappen cauto in vista del Bahrain: “Ripartiremo tutti da zero”

A pochi giorni dalla partenza per il Bahrain, Max Verstappen ha parlato del prossimo appuntamento sul tracciato del Sakhir, sottolineando come la tipologia di tracciato sia profondamente diversa rispetto a quella affrontata la settimana scorsa in Australia.

Questo aspetto, quindi, porterà la squadra a ricominciare completamente da zero, rimettendosi nuovamente in gioco dopo l’ottima prestazione tirata fuori all’Albert Park.

Secondo l’olandese, infatti, il circuito del Bahrain si rivelerà un banco di prova molto importante per la RB15, visto che il Sakhir sarà il primo vero tracciato dove la scuderia austriaca confronterà la proprie prestazioni con quelle di Mercedes e Ferrari.

“Mi piace la pista del Bahrain e il passaggio dal giorno alla notte è una sfida in termini di bilanciamento della vettura”, ha dichiarato Max Verstappen. “Parliamo di un weekend che si rivela sempre interessante. Non sai mai dove ti trovi quando inizi la qualifica, visto che non hai avuto una preparazione ottimale. Le condizioni, infatti, non sono le stesse che troviamo durante le libere”.

Sulla pista ha invece aggiunto: “Il settore intermedio è piuttosto tecnico. E’ la nostra parte migliore del circuito del Bahrain e spero che sia buono anche quest’anno. Iniziare la stagione con un podio in Australia è stato davvero positivo, ma Melbourne non è un circuito tipico, quindi non possiamo dare le nostre performance per scontate. Sapremo il nostro reale livello dopo la Cina”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati