Formula 1 | Marko torna sul GP d’Australia: “Abbiamo perso un’occasione”

"Il promotore locale e le autorità erano disposti a lasciare che l'evento proseguisse", ha aggiunto l'austriaco

Marko è tornato sull'annullamento del Gran Premio d'Australia
Formula 1 | Marko torna sul GP d’Australia: “Abbiamo perso un’occasione”

A una settimana esatta dallo slittamento del Gran Premio d’Australia, Helmut Marko è tornato sulla decisione presa dalle squadre a Melbourne, sottolineando come la Formula 1 abbia perso una ghiotta occasione.

Secondo l’austriaco, l’annullamento del primo appuntamento della stagione ha lanciato un segnale sbagliato al mondo dello sport, visto che lo svolgimento della gara avrebbe regalato ai tifosi due ore di “normalità”.

Dichiarazioni curiose e per certi versi condivisibili, ma che si scontrano con le tante problematiche legate ai rischi di una tale organizzazione (Melbourne era pronta ad ospitare circa 200 mila persone).

“Speravo che la Formula 1 avrebbe inviato un segnale”, ha dichiarato Helmut Marko. “In Australia, il promotore locale e le autorità erano disposti a lasciare che l’evento proseguisse. Quindi abbiamo affrontato il test positivo alla McLaren e il fatto che il suo capo avevo dato a Toto Wolff un divieto iniziale per la Mercedes.

“Nel 2005 a Indianapolis c’erano solo tre squadre all’inizio”, ha proseguito. “Se fossimo andati in pista venerdì, gran parte delle squadre avrebbe seguito il nostro esempio. L’atmosfera sul volo di ritorno era anche molto strana. Tre quarti di i passeggeri erano il personale di Formula 1.Ho trascorso 14 ore in Australia. Sono atterrato venerdì e l’evento si è tenuto lo stesso giorno in cui sono immediatamente tornato indietro da Dubai”.

“Quell’aeroporto è l’hotspot, dove un gran numero di persone provenienti da tutti i diversi Paesi sono raggruppate insieme. Se non si rileva il virus lì, non so dove”, ha concluso.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

2 commenti

Articoli correlati