Formula 1 | Ferrari, Vettel controcorrente: “Il cambiamento più importante lo abbiamo visto nelle gomme”

"Gli aggiornamenti hanno funzionato e tutto quello che abbiamo messo in macchina sembra aver dato un riscontro", ha aggiunto

Formula 1 | Ferrari, Vettel controcorrente: “Il cambiamento più importante lo abbiamo visto nelle gomme”

Interpellato ai microfoni di Sky Sport F1 HD, Sebastian Vettel ha parlato delle libere di oggi, sottolineando come il cambiamento più grande sia stato adattarsi alle nuove mescole Pirelli. Secondo il tedesco, infatti, il comportamento delle gomme è stato leggermente differente rispetto al passato, non precisando però se questo sia stato un aspetto necessariamente positivo o negativo. Sul resto, invece, Seb ha accolto positivamente tutti gli aggiornamenti tecnici portati qui a Barcellona, evidenziando come ogni novità abbia portato a un miglioramento sul piano delle performance. L’obiettivo per domani, ovviamente, sarà strappare la pole position alle Mercedes.

Ecco le parole di Sebastian Vettel: “Gli aggiornamenti hanno funzionato e tutto quello che abbiamo messo in macchina sembra aver dato un riscontro. Il cambiamento più grande sono stati gli pneumatici e personalmente mi sono sembrati diversi rispetto a primi, ma onestamente non saprei dire se sono migliori o peggiori. Sono diverse e questo vale per tutti. La pista oggi è stata abbastanza scivolosa e c’erano grosse folate di vento, ma alla fine non è andata male e sono abbastanza certo che potremo migliorare ancora in vista di domani”.

Su una possibile pole position ha aggiunto: “Non ho mai fatto una pole qui? Non ne sono sicuro a dire il vero. Pensavo di averne fatta una tanto tempo fa, ma comunque la risposta non cambia. Cercheremo di prendercela domani perchè qui partire davanti fa una gran differenza. Non è facile seguire altre vetture e la pole qui da un grosso vantaggio”.

Formula 1 | Ferrari, Vettel controcorrente: “Il cambiamento più importante lo abbiamo visto nelle gomme”
5 (100%) 2 votes
Leggi altri articoli in Ferrari

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati