Formula 1 | Ferrari, un venerdì non semplice per Sainz e Leclerc ad Abu Dhabi

Entrambe le Ferrari all'interno dei primi dieci

Ferrari, l'analisi delle prime libere a Yas Marina
Formula 1 | Ferrari, un venerdì non semplice per Sainz e Leclerc ad Abu Dhabi

È stato un venerdì lineare soltanto sulla carta – Charles Leclerc e Carlos Sainz hanno ripetuto in FP2 i piazzamenti (ottavo e nono posto) di FP1 – per la Scuderia Ferrari Mission Winnow la prima giornata del Gran Premio di Abu Dhabi. Sul nuovo, decisamente più rapido (il tempo sul giro è abbassato di una decina di secondi) tracciato di Yas Marina, come sempre accade, la pista si è andata velocizzando moltissimo sia per l’abbassamento delle temperature che per il grip che aumentava man mano che la gomma si depositava sull’asfalto. La squadra ha portato a termine tutto il programma previsto senza inconvenienti di sorta, completando in totale 104 giri.

FP1. Nella prima sessione Charles e Carlos hanno girato solamente con gomme Soft per prendere confidenza con il tracciato e con le parti riasfaltate in corrispondenza delle modifiche. In totale hanno completato 46 giri: 20 per il monegasco – che a inizio turno ha effettuato delle misurazioni con evidenti rastrelli sulla sua SF21 – e 26 per lo spagnolo. Il miglior tempo di Charles è stato 1’25”846, mentre Carlos ha fermato i cronometri a 1’25”886.

FP2. Nel turno serale i piloti hanno continuato il lavoro di messa a punto e di valutazione delle gomme iniziando con le Medium per poi passare alle Soft per la simulazione di qualifica. Con le Medium Charles ha centrato 1’25”194 – c’era stato anche un 1’25”104 cancellato per il superamento dei limiti della pista – mentre Carlos si è fermato a 1’25”270. Una volta passati alle Soft il miglior tempo del monegasco è stato 1’24”557, mentre lo spagnolo ha fatto segnare 1’24”844.

Leclerc e Sainz hanno concluso il turno girando in configurazione gara con gomme diverse: Soft per il primo e Medium per il secondo. Questa sera la squadra sarà impegnata in analisi approfondite per rifinire la messa a punto e analizzare a fondo il comportamento degli pneumatici. Sarà infatti molto importante trovare la migliore allocazione in vista delle qualifiche di domani alle 17 locali (14 CET) – sempre fondamentali a Yas Marina – e, soprattutto per la gara di domenica. Utile in questo senso sarà anche la terza e ultima sessione di prove libere, anche se, disputandosi alle 14 (11 CET), non sarà molto rappresentativa delle condizioni che i piloti dovranno affrontare nel prosieguo del weekend.

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Ferrari

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati