Ferrari: Alonso quinto, Massa sesto al GP Corea

Ferrari: Alonso quinto, Massa sesto al GP Corea

Diciotto i punti all’attivo per la Scuderia Ferrari nel Gran Premio della Corea di Formula 1, frutto del quinto posto di Fernando Alonso e del sesto di Felipe Massa.

Due i pit-stop effettuati dai due ferraristi, che hanno seguito una strategia identica in termini di utilizzo degli pneumatici Pirelli: Supersoft nella prima porzione di gara, Soft nella seconda e nella terza. Dopo la sedicesima prova del Campionato non mutano le posizioni di squadra e piloti nelle rispettive classifiche: Fernando è sempre al terzo posto della classifica Piloti mentre Felipe continua ad occupare la sesta posizione; la Scuderia rimane sul gradino più basso del podio nell’analoga competizione riservata ai Costruttori.

“Dopo aver fatto i complimenti a Sebastian Vettel la settimana scorsa a Suzuka ora è d’obbligo farli alla Red Bull per la conquista del titolo Costruttori: hanno la miglior macchina del lotto e questo risultato ne è una logica conseguenza” ha dichiarato Stefano Domenicali.

“Lo stesso si può dire del nostro risultato in questa gara: abbiamo la terza macchina in termini di potenziale e abbiamo concluso la gara con i nostri piloti in quinta e in sesta posizione. Certo, il nostro passo di gara è migliore della prestazione assoluta in qualifica e ciò ci porta a lottare quasi sempre per il podio ma se non si parte nelle prime due file diventa difficile ambire alle posizioni più alte. Ora dobbiamo cercare di chiudere la stagione nella maniera migliore perché siamo convinti che abbiamo ancora la possibilità di vincere almeno una gara. Sarà durissima, visto come vanno i nostri avversari, ma ci proveremo, questo è certo”.

“Una domenica che è lo specchio del sabato, con un risultato identico” ha aggiunto Pat Fry. “Non possiamo certo esserne sorpresi: sappiamo bene che se ci qualifichiamo in terza fila diventa difficile lottare per le primissime posizioni a meno che non succeda qualcosa a chi parte davanti e a patto che tutto funzioni alla perfezione. Oggi non si sono verificate queste due condizioni perché ci siamo ritrovati nel traffico in occasione della prima serie di pit-stop: tutti cercavano di portare al limite le gomme nella prima porzione di gara per cercare di evitare di finire dietro vetture più lente ma se avessimo anticipato di un giro la sosta di entrambi i piloti magari avremmo avuto uno scenario diverso, non ritrovandoci dietro la Mercedes di Rosberg, una delle macchine più difficili da superare. In più ci si è messo il traffico in pit-lane che ha fatto perdere due secondi preziosissimi a Felipe. Nella seconda porzione della corsa Fernando è andato molto forte e allora lo abbiamo lasciato in pista qualche giro in più, il che gli ha permesso di superare Felipe: con pista libera lo spagnolo ha dimostrato tutto il potenziale della vettura ma ormai era praticamente troppo tardi per attaccare le vetture che gli stavano davanti. Abbiamo provato qui una nuova ala anteriore e abbiamo sfruttato l’occasione per raccogliere quanti più dati possibili per il progetto della vettura del 2012 e le primissime sensazioni sono positive ma ora dobbiamo analizzare le informazioni con grande attenzione. Dobbiamo migliorare il rendimento in qualifica, lo sappiamo bene, se vogliamo essere all’altezza dei migliori”.

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

16 commenti
  1. Lux (Ferrarista)

    16 Ottobre 2011 at 13:39

    Bella gara peccato che Alonso si svegli sempre all’ultimo per cercare di guadagnare posizioni. Comunque i miei complimenti a Fernando.

    • altair

      16 Ottobre 2011 at 14:12

      si sveglia all’ultimo, che vorrebbe dire, quando ha avuto pista e le gomme soft ha tenuto il suo ritmo, su questa pista è difficilissimo sorpassare.

    • Max (tifoso Ferrari)

      16 Ottobre 2011 at 15:15

      Se non avesse avuto tra i piedi Massa probabilmente avrebbe fatto meglio

      • luciano

        16 Ottobre 2011 at 22:44

        se massa si spostava sarebbe stato di nuovo considerato uno scarsone…

  2. Sembee

    16 Ottobre 2011 at 15:35

    Penso che più di così, col quadro tecnico attuale, non si possa pretendere. Bella grinta dei piloti comunque: anche Massa, che pure non stimo per niente, sta guidando di nuovo bene da un paio di GP.

    Alonso è giustamente nervoso: un grande campione che soffre per l’impossibilità tecnica di vincere Gran Premi e titolo. Frustrazione sacrosanta, un grande pilota così non può accontentarsi delle “briciole”.

  3. Ric

    16 Ottobre 2011 at 19:17

    Alonso non ha finito il giro dopo l’arrivo ed il telecronista ha ipotizzato avesse finito la benzina.
    Se ne sa nulla?
    Rilevo con un certo rammarico che quando, anche solo ipoteticamente, la Ferrari potrebbe essere sanzionata la stampa italiana diventa improvvisamente discreta.

    • Federico Barone

      16 Ottobre 2011 at 21:56

      Perchè sanzionata? È risaputo che le vetture DEVONO contenere un determinato quantitativo di benzina, a fine corsa. Se una vettura consuma di più, si spegne il motore e si torna al box in altro modo. È già successo ed è permesso dal regolamento.

    • Turez

      17 Ottobre 2011 at 11:16

      Anch e Button ha parcheggiato la vettura a Suzuka appena tagliato il traguardo..non guardare solo quando conviene..non sei ferrarista,ok..ma ciò nn vuol dire che devi essere antiferrarista e antisportivo..un pò di obiettività ogni tanto fa bene..!!!

  4. jo lotus

    16 Ottobre 2011 at 21:40

    COME AL SOLITO ALONSO QUANDO SI TRATTA DI FARE SORPASSI SI FERMA, L’ANNO SCORSO HA PERSO IL MONDIALE PER NON AVER EFFETTUATO DUE SORPASSI, E LO CHIAMANO CAMPIONE?

    • luciano

      16 Ottobre 2011 at 22:45

      ma lo sai che i sorpassi dipendono molto dalla pista?? se la pista non li rende possibili non esiste ne drs ne kers che ti aiuti

    • Turez

      17 Ottobre 2011 at 11:20

      Con la pista dei go-kart cosa avrebbe dovuto fare ad Abu dabhi (come cavolo si scrive)..li la Ferrari ha sbagliato strategia,cercando d stare davanti a Webber..mentre Vettel soffiava il mondiale a tutti e 2.Puoi dire lo stesso d Vettel..se noti,se parte davanti..fa come Schumacher ai tempi belli…la gara la uccide,l’unica differenza tra Schumi e lui è che se si trova a lottare viene difficile il sorpasso (anche se quest’anno è capitato raramente,visto che alla prima curva è stato quasi sempre primo).

  5. giovanni

    17 Ottobre 2011 at 12:58

    Probabilmente su una pista di go-kart si riescono a fare più sorpassi di quanti se ne fanno in un tilkodromo!

  6. Enrico

    17 Ottobre 2011 at 15:00

    Alonso e Massa con la macchina giusta sarebbe la coppia piu forte in formula 1.

    • Max

      17 Ottobre 2011 at 19:24

      attualmente forse la coppia più forte ce l’ha la McLaren, se ti riferisci al talento complessivo dei due piloti, ma la differenza tra le macchine (RB, Ferrari e McLaren) impedisce di valutare con esattezza.
      L’unico modo per dedurre una cosa del genere sarebbe dare a tutti e 6 i piloti la stessa macchina…

      • Max

        17 Ottobre 2011 at 19:25

        anzi, mettiamoci pure Schumacher e Rosberg tra i top drivers!

  7. Enrico

    18 Ottobre 2011 at 00:23

    Se Massa torna al Massa 2008, Hamilton vette e Button le prendono alla grande.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati