F1 | Williams, Sirotkin: “È molto bello essere a centro gruppo, nel posto in cui meritiamo”

Stroll: "Prima il poggiatesta allentato, poi le bandiere gialle: qualifica davvero terribile"

F1 | Williams, Sirotkin: “È molto bello essere a centro gruppo, nel posto in cui meritiamo”

Trascinata da un sorprendente Sergey Sirotkin, la Williams supera almeno con una vettura il taglio del Q1. Il pilota russo, classificatosi 13°, sul tracciato di Montecarlo si dimostra decisamente più in palla rispetto al compagno di squadra Lance Stroll, solo 18° (anche se domani avanzerà di una casella in virtù della penalità comminata a Romain Grosjean). Queste le sensazioni dei due piloti in merito alle qualifiche del Gran Premio di Monaco.

LANCE STROLL
Q1: 18°, 1:13.323 (+1.310)
Q2: //
Q3: //
“È stata una qualifica davvero terribile, da dimenticare. Nel primo run avevo il poggiatesta allentato e a causa di questo non potevo girarmi a sinistra a destra. Poi ci sono state le bandiere gialle, quindi non ho avuto una buona occasione per mostrare ciò che avrei potuto fare. Domani dovrò superare gli avversari”.

SERGEY SIROTKIN
Q1: 8°, 1:12.706 (+0.693)
Q2: 13°, 1:12.521 (+1.243)
Q3: //
“È stata una buona qualifica per il team. Durante le prove libere penso che abbiamo superato le nostre aspettative e gli obiettivi, dunque sono un po’ deluso di essere finito più indietro rispetto a quanto dimostrato nelle libere. Allo stesso tempo, però, dobbiamo essere realistici: stiamo migliorando nel massimizzare il nostro pacchetto e stiamo diventando più veloci nel weekend di gara. Stiamo lavorando molto bene per quanto riguarda il gruppo di ingegneri. Abbiamo fatto un buon lavoro, sia in pista che in fabbrica. È molto bello essere nel posto in cui meritiamo: stiamo combattendo a centro gruppo. È una buona e solida posizione di partenza in una gara dove possono succedere molte cose. Ci proveremo!”.

F1 | Williams, Sirotkin: “È molto bello essere a centro gruppo, nel posto in cui meritiamo”
5 (100%) 1 vote
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati