F1 | Silverstone pronta a dire addio alla Formula 1

14 luglio scadenza massima: il BRDC potrebbe sfruttare il British GP 2017 come una vetrina di visibilità e interessi per Liberty Media per negoziare un accordo per il futuro

F1 | Silverstone pronta a dire addio alla Formula 1

“C’è un’elevata probabilità” che Silverstone possa attivare la clausola di uscita dal calendario di Formula 1 che la vedrebbe così salutare il campionato dopo il 2019, secondo quanto sostiene John Grant del BRDC (British Racing Drivers’ Club), proprietari del circuito di britannico. Il BRDC ha un contratto con la F1 per ospitare il British GP fino al 2026 ma potrebbe attivare una clausola rescissoria. Questo a causa dei continui aumenti (+5% su base annua) che porteranno il BRDC a pagare per il 2017 circa 26 milioni di sterline.

Il 14 luglio rappresenta il giorno finale per poter attivare una clausola che consenta loro di uscire dall’accordo corrente e questa sembra essere la soluzione più probabile: “È molto probabile che noi attiveremo la clausola rescissoria”, ha detto Grant al Mail.

E un altro senior member ha aggiunto: “È arrivato troppo presto per Liberty Media, loro non sanno ancora quali gare vogliono aiutare a rimanere in calendario, ad esempio Chase non è mai stato in un GP a Silverstone. Non è colpa di Liberty. Vorrebbero essere di aiuto per tutti ma il tempo è stato troppo breve e ora metteremo con loro per pianificare per il futuro”, ha commentato.

Il BRDC potrebbe anche pensare di sfruttare il Grand Prix di Silverstone di quest’anno come una vetrina di visibilità e interessi per Liberty Media con la prospettiva di negoziare un nuovo accordo per il dopo 2019. Ma dall’altra parte questo potrebbe costituire un precedente pericoloso per altri, a livello economico con un ritorno molto importante di denaro. E inoltre Chase Carey aveva più di una volta proposto un Gran Premio inglese direttamente sulle strade cittadine di Londra. Quale sarà il futuro del British GP?

Fabiola Granier

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati