F1 | Sainz, gomma non avvitata e ritiro: “Peccato per il pit, possiamo fallire una volta all’anno”

Carlos è stato costretto ad abbandonare la sua vettura nel prato di Yas Marina dopo che i meccanici, al pit stop, non hanno montato perfettamente la gomma anteriore sinistra

F1 | Sainz, gomma non avvitata e ritiro: “Peccato per il pit, possiamo fallire una volta all’anno”

Finale peggiore di così non poteva esserci per la stagione 2017 di Carlos Sainz: il pilota, in Renault per il 2018 ma già nel team francese per l’ultima parte dell’anno, ha chiuso il 2017 con un ritiro, costretto ad abbandonare la sua vettura nel prato di Yas Marina dopo che i meccanici, al pit stop, non hanno montato perfettamente la gomma anteriore sinistra. Nonostante sia stato riconosciuto a Sainz di aver fatto la mossa migliore e in sicurezza in quella situazione, la Renault ha ricevuto una multa di 5.000 euro per l’unsafe release con la ruota mal fissata.

“È stato un peccato perché stavamo facendo una buona gara, ma queste cose accadono. In F1 ci sono giorni che non vanno come si desidera. La cosa positiva comunque è che stiamo sempre migliorando, ci sono state un sacco di cose positive in gara, purtroppo è successo il peggio al pitstop, ma qui tutti possiamo fallire una volta all’anno”, ha dichiarato ai microfoni di Movistar+ F1.

“Non sono arrabbiato o niente. Hulkenberg ha finito in sesta posizione e ha portato 8 punti, abbiamo chiuso in sesta posizione in campionato, sarà un bonus per la squadra, penso che se lo merita. Hanno fatto un grande sforzo”, ha continuato lo spagnolo. Che è convinto di poter fare molto bene per il prossimo campionato: “Sono molto felice perché sono stati quattro Gran Premi positivi per noi, dove ho potuto sperimentare, provare, capire tante cose. Ora abbiamo i test per vedere ancora meglio cosa possiamo fare”, ha continuato Sainz. Lo spagnolo chiude il campionato al 9° posto: “Per me, la stagione è iniziata quattro gare fa, questa è stata la mia mini-stagione pre-campionato per il 2018. Ora avrò i test invernali per i quali ci prepareremo”, ha concluso.

Fabiola Granier

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati