F1 | Sainz ammette le proprie frustrazioni per le mancate promozioni

"La Toro Rosso? Il problema sono i soldi"

F1 | Sainz ammette le proprie frustrazioni per le mancate promozioni

Dopo tre anni passati a Faenza, prima al fianco di Max Verstappen e poi di Daniil Kvyat, Carlos Sainz Jr si prepara ad abbandonare la Toro Rosso per raggiungere, nel 2018, la Renault. Il pilota spagnolo si è mostrato insofferente e frustrato per la mancata promozione in un team di più alto livello, e per questo la Red Bull ha accettato di “prestarlo” alla scuderia transalpina per un anno.

Sainz ha ammesso le proprie frustrazioni durante l’ultimo periodo dove si vedeva ingabbiato senza possibilità di emergere in un top team o comunque una squadra di prima fascia: “Con i miei risultati, considerando che la Renault era interessata a me da un anno e mezzo e le porte della Red Bull erano state chiuse, mi sono sentito un po’ frustrato”.

Lo spagnolo comunque non dimentica ciò che la squadra anglo austriaca ha fatto per lui: “Non sono mai stato sul punto di scordare cosa la Red Bull ha fatto per me”. In particolare Sainz spende parole di stima per la Toro Rosso, che comunque gli ha permesso di ottenere ottimi risultati come il quarto posto poche settimane fa a Singapore. “Hanno le persone giuste – spiega il 23enne – ma non il bilancio giusto“.

“Le risorse sono minime rispetto a Ferrari, Mercedes e Red Bull. Questo è un problema che la F1 deve affrontare il più presto possibile, perché con maggiori risorse, questa squadra sarebbe realmente qualcosa” ha concluso Sainz.

Lorenzo Lucidi

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati