F1 | Red Bull, Horner: “Stiamo valutando di posticipare l’introduzione dei nuovi regolamenti al 2023”

Sono molteplici le idee sul tavolo al fine di ridurre i costi

F1 | Red Bull, Horner: “Stiamo valutando di posticipare l’introduzione dei nuovi regolamenti al 2023”

Dietro le quinte si sta lavorando duramente per riuscire a capire quale sia la strada migliore da seguire per permettere ai team di passare questo periodo di crisi e concentrarsi sul riuscire a mantenere un budget stabile, soprattutto per le squadre più piccole. Per questo, insieme alla Federazione, è stato deciso di posticipare di un anno l’introduzione della nuova generazione di vetture, in modo da contenere i costi: quindi anche nel 2021, stagione in cui originariamente avrebbe dovuto vedere le nuove monoposto, le squadre scenderanno in pista con della macchine che seguiranno i regolamenti attualmente in vigore, seppur con delle modifiche.

Al fine di mantenere i costi, infatti, è stato deciso di congelare lo sviluppo di alcune parti della vettura, come ad esempio la monoscocca: “Stiamo congelando lo sviluppo di alcune parti della macchina. È stato già deciso ciò per quanto riguarda la monoscocca, stiamo parlando anche per quanto concerne la sospensione anteriore, parti delle ruote e ciò che è associato, alcuni elementi del cambio, probabilmente il 60% della vettura, lasciando da parte l’aerodinamica, sarà congelata per questo e il prossimo anno”, ha rivelato il team principal della Red Bull, Chris Horner.

Sono molte le idee sul tavolo, tra cui anche quella di ritardare ulteriormente l’introduzione dei nuovi regolamenti, posticipandoli al 2023: “Stiamo anche pensando di ritardare di un ulteriore anno l’introduzione dei nuovi regolamenti. Sembra che ci sia un accordo, ma deve essere raticatico dalla FIA, in modo da spostare i costi dello sviluppo nella stagione 2022 per il 2023”, ha poi aggiunto Horner in un’intervista alla BBC.

 

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento
  1. Pingback: Formula 1 | Horner sulla crisi: “Sopravvivremo a tutto questo”

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati